Iscriviti

Coronavirus: 18 maggio riapertura di negozi, bar e ristoranti. Ecco le regole da seguire

Tra pochi giorni ci sarà la riapertura di alcune attività rimaste chiuse a causa del Coronavirus. Per garantire più sicurezza, sono state adottate misure preventive da parte delle regioni. Ecco nel dettaglio, cosa ci aspetta.

Cronaca
Pubblicato il 16 maggio 2020, alle ore 13:37

Mi piace
Coronavirus: 18 maggio riapertura di negozi, bar e ristoranti. Ecco le regole da seguire

A causa del Coronavirus, molti negozi, bar e ristoranti, hanno obbligatoriamente dovuto chiudere la loro attività. Dal 18 maggio, potranno ripartire, ma solo, adottando misure di sicurezza che lo consentano.

Alcune regole impongono l’obbligo della mascherina, guanti monouso nei negozi ed almeno un metro di distanza. Queste sono alcune regole imposte dalle regioni, che sono state accettate dal governo per consentire la riapertura il 18 maggio 2020. Vediamo più in dettaglio, le regole da seguire per la ripartenza.

Per quanto riguarda bar e ristoranti, si dovrà mantenere una distanza di almeno un metro da un cliente all’altro: tale distanza potrà essere ridotta impostanto delle barriere fisiche tra i diversi tavoli. La prenotazione dovrà essere obbligatoria, sono vietati pasti a buffet e, nei locali piccoli che non hanno posti a sedere, si può far entrare una persona per volta. I menù devono essere consultati su cellulare oppure vanno plastificati in modo da poter essere essere tranquillamente disinfettati. Si prediligono, inoltre, dove é possibile degli spazi esterni.

Negli alberghi, il personale dovrà calzare immancabilmente la mascherina, così come gli ospiti nelle aree comuni: i pagamenti delle prenotazioni saranno tutti online dove possibile e in reception potrà essere installata una barriera protettiva. Estetisti e parrucchieri devono sempre ricevere la prenotazione, va previsto del tempo limitato per il cliente all’interno del negozio, l’igienizzazione delle mani, il distanziamento di un metro tra operatore e cliente, oltre alle postazioni.

La mascherina deve sempre essere portata da entrambe le parti e se l’operatore dovrà avvicinarsi troppo al cliente ha l’obbligo di indossare anche la visiera protettiva. Sono assolutamente vietati sauna, idromassaggio, e bagno turco.

Negli uffici aperti al pubblico, si dovrà favorire l’acceso solo previa prenotazione, consentendo un numero contenuto di persone in base alla capienza: vi é sempre l’obbligo di igienizzare le mani con apposito disinfettante, anche più di una volta se necessario, si potranno installare barriere fisiche. Per quanto riguarda le riunioni sono da effettuare online e, ove non é possibile, bisogna indossare sempre la mascherina e tenere il metro di distanza.

Si potrà anche andare al mare, ma con delle regole, ovviamente da seguire: in spiaggia sono vietate attività sportive individuali, si possono praticare solo sport di squadra come beach volley, ma sarà comunque necessario mantenere le distanze di un metro, 10 metri quadri di superficie per ogni ombrellone, lettini e sdraio a 1.5 mt di distanza, vietati assolutamente gli assembramenti.

Nei negozi dovrà essere indossata sempre la mascherina sia da clienti che operatori, devono sempre igienizzare le mani con soluzione alcolica e dovranno rendere disponibili al cliente guanti monouso per permettergli di toccare la merce. Infine, nelle palestre è previsto l’accesso alle diverse aree, il posizionamento di attrezzi e macchine, anche delimitando le zone, al fine di garantire la distanza. Ovviamente, è prescritto l’obbligo di igienizzarsi le mani all’ingresso e in uscita. Dopo l’utilizzo dei singoli attrezzi, la struttura ha l’obbligo di igienizzare tutti i macchinari utilizzati.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!