Iscriviti

Contrae il Covid e si negativizza: 61enne muore poco dopo, era un uomo in perfetta salute

Si tratta di Samuele Verzilli, originario di Roseto, ma tempo residente a Giulinanova. L'uomo era stato estubato nella giornata di sabato 9 gennaio, il tampone eseguito domenica 10 era risultato negativo. Ma nella giornata di ieri 11 gennaio è morto.

Cronaca
Pubblicato il 12 gennaio 2021, alle ore 11:08

Mi piace
1
0
Contrae il Covid e si negativizza: 61enne muore poco dopo, era un uomo in perfetta salute

Quella che arriva dall’Abruzzo, precisamente da Giulianova, in provincia di Teramo, è una storia che lascia veramente senza parole. Secondo quanto riferisce la stampa locale e nazionale, un uomo di 61 anni, Samuele Verzilli, è deceduto improvvisamente per cause ancora tutte in corso di accertamento.

L’uomo, nelle scorse settimane, era stato trovato positivo al coronavirus Sars-CoV-2, per cui era stato portato in ospedale dove era rimasto ricoverato. Era intubato, poi però le sue condizioni sono migliorate. Nella giornata di sabato 9 gennaio i medici hanno quindi decido di estubato, poi il giorno dopo, domenica 10, lo hanno sottoposto nuovamente a tampone molecolare. Il risultato è stato negativo

Lui era felicissimo, così come i suoi famigliari: tutti davvero credevano che l’incubo fosse ormai alle spalle. Nella giornata di ieri 11 gennaio, però, l’uomo non si è sentito improvvisamente bene ed è spirato in breve tempo. La vicenda è stata raccontata dallo zio della vittima al quotidiano Il Messaggero. Tra l’altro quando era risultato negativo al tempone, Verzilli ha telefonato subito alla convivente per darle la buona notizia. Adesso la famiglia è sconvolta e non riesce a credere a quanto accaduto. 

Era una persona sana

Samuele Verzilli non aveva nessuna patologia preoccupante, era infatti una persona sanissima che almeno tre volte a settimana usciva per fare jogging sul lungomare. Percorreva diversi chilometri e gli piaceva molto fare attività sportiva. Il 61enne aveva manifestato i primi sintomi del Covid-19 a inizio dicembre. Una tragedia assurda quella che ha colpito la famiglia del 61enne, il quale era originario di Roseto degli Abruzzi, località sempre situata nel teramano. 

Nelle prossime ore sicuramente su questa triste vienda si potranno conoscere ulteriori particolari. Tantissimi i messaggi di cordoglio per Samuele Verzilli apparsi sui social, dove amici e colleghi di lavoro lo hanno voluto salutare. In particolare il quotidiano napoletano Il Mattino riporta una di queste frasi: “Eri un collega simpatico disponibile e sempre con il sorriso” – così si legge in un post sui social dove una persona ricorda il 61enne. 

Il Covid-19 si rivela ancora una volta per quello che è, una malattia subdola che può avere gravi effetti sulla salute dei pazienti anche dopo la loro completa guarigione. Alcuni esami eseguiti su pazienti che si sono ammalati e poi guariti, mostrano infatti dei danni ai polmoni, soprattutto in quelle persone che hanno contratto il virus in maniera forte. Da tutti Verzilli era descritto come una persona socievole.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Triste storia davvero quella che arriva dalla provincia di Teramo. Questo 61enne non aveva nessuna patologia di sorta, eppure è spirato dopo quella che sembrava essere la sua guarigione. Ciò ci fa capire di come Covid-19 sia una malattia terribile, che ancora non si conosce abbastanza. Per questo dobbiamo avere ancora tanta prudenza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!