Iscriviti

Como, maltrattamenti su bambini dell’asilo: ai domiciliari maestra 58enne

Ennesimo caso di maltrattamento su minore all'interno di un asilo. In manette una maestra di 58 anni che si trova ora agli arresti domiciliari. Il Presidente della Lombardia: "puniti con pene esemplari".

Cronaca
Pubblicato il 29 marzo 2019, alle ore 09:42

Mi piace
0
0
Como, maltrattamenti su bambini dell’asilo: ai domiciliari maestra 58enne

Continuano ad arrivare notizie che vedono protagonisti i giovanissimi bambini degli asili nido sottoposti a maltrattamenti fisici e psicologici dalle maestre che dovrebbero educarli e tutelarli. L’ultima terribile notizia arriva dalla provincia di Como, presso l‘asilo nido di Cernobbio, dov’è stata arrestata una maestra di 58 anni che ora si trova agli arresti domiciliari.

Le vittime delle violenze fisiche ed anche psicologiche della donna, sono neonati dai 3 ai 18 mesi. Secondo quanto è stato affermato, la denuncia ai carabinieri del luogo è stata fatta dallo stesso asilo nido circa un mese e mezzo fa, ed è stato grazie a delle telecamere installate all’interno della struttura che è stato possibile avere le prove per far scattare le manette ai polsi della 58enne.

Il riscontro delle indagini

Un mese e mezzo fa l’asilo nido di Cernobbio ha contattato i carabinieri per alcuni sospetti su di una loro maestra della struttura. E’ stato in quel momento che i militari hanno installato delle telecamere all’interno dell’asilo nido che si sono rivelate essenziali ai fini dell’indagine.

La maestra è accusata di aver usato violenza fisica e psicologica su bambini di un’età compresa tra i 3 ed i 18 mesi. Sono 11 gli episodi che vengono attribuiti alla donna, tutti raffigurati nelle immagini raccolte dai carabinieri, in cui si vede la 58enne ribaltare violentemente alcuni bambini sui lettini poichè non trovavano il loro ciuccio, fino ad alcuni maltrattamenti in mensa durante l’orario del pasto.

Severe le parole del Presidente della Lombardia, che concorde con l’assessore della Famiglia chiede delle pene esemplari contro queste persone che si macchiano di un crimine terribile. E’ stato anche ufficializzato in oltre, che settimana prossima verrà portata in Giunta la delibera attuativa che segue all’approvazione della legge regionale della Lombardia che stanzia diverse migliaia di euro per l’introduzione delle telecamere negli asili nido e per la formazione del personale e degli operatori.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Tutti sono a favore e richiedono a gran voce la presenza delle telecamere nelle strutture quali asili, scuole, case di riposo e dove sono presenti persone che non possono difendersi. Da anni viene richiesta questa cosa, e sembra che tutti i politici si trovino distrutti davanti alle notizie di violenze, ma che poi rimangano fermi davanti alla possibile soluzione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!