Iscriviti

Como: l’assessora alle Politiche Sociali strappa via la coperta a un clochard

È di oggi il video che circola online che ci mostra il gesto dell'assessora alle Politiche Sociali leghista di Como, Angela Conergia, mentre si avvicina a un clochard e gli strappa via la coperta.

Cronaca
Pubblicato il 9 settembre 2020, alle ore 11:38

Mi piace
3
1
Como: l’assessora alle Politiche Sociali strappa via la coperta a un clochard

Sta girando sulla rete da questa mattina il video che testimonia il gesto dell’assessora alle Politiche Sociali della Lega per Salvini, Angela Conergia. La donna si accosta a un clochard sdraiato su un letto della provvidenza sotto i portici di San Francesco e, dopo aver afferrato la coperta che lo ripara, gliela toglie di dosso e la porta via, per gettarla sul terreno qualche metro più avanti.

Non stiamo parlando di una ragazzata o del gesto compiuto dai soliti cattivi ragazzi, ma di un’azione di un personaggio delle nostre istituzioni e, per di più, un’addetta alle politiche sociali del nostro Paese. 

Se il sindaco di Como e la sua giunta a trazione leghista avevano firmato un’ordinanza che vietava i bivacchi dei senzatetto che prevedeva sanzioni per chi non avesse rispettato la legge, è chiaro che a livello sociale si siano fatti pochissimi progressi nella città

La reazioni dell’associazione Cominciamo da Como

Il video è giunto agli attivisti dell’associazione Cominciamo da Como che lo hanno fatto circolare in rete preventivamente, affinché la realtà dei fatti fosse resa nota per ciò ch era: un gesto indelicato che nulla ha a che fare con la reale volontà e con ciò che sarebbe necessario per risolvere il problema dell’accattonaggio.

L’associazione ha commentato l’accaduto come un fatto del tutto inaccettabile che comprova come la giunta di destra si pone nei confronti di persone senza casa e in evidente difficoltà sociale ed economica.

Il video è su tutti i social

Come accade in questi casi, quando una notizia, per di più correlata di video-prova, finisce sui social media, la reazione degli utenti è quella dello sdegno. Il gesto è ampiamente condannato ed è giudicato inaccettabile e violento; l’eco della news rimbalza ovunque sulle maggiori testate giornalistiche.

Trattandosi di un gesto compiuto da un rappresentante delle istituzioni, i più si domandano se l’assessora, dopo questo gesto plateale, debba o meno mantenere il suo ruolo, o se sia il caso di dare immediate dimissioni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Silvana Loddo

Silvana Loddo - Personalmente ritengo che chi si occupa di Politiche Sociali si dovrebbe adoperare per trovare delle soluzioni reali ed efficaci senza limitarsi a gesti sensazionali di sdegno che denotano al massimo la persona con la quale abbiamo a che fare, ovvero un soggetto privo di empatia umana e delle capacità professionali necessarie per rivestire quell'incarico. Mi auguro che siano presi dei provvedimenti immediati, non solo per la fattispecie in questione, ma anche perché, oggi quanto mai prima d'ora, la nostra società ha necessità di un segno forte di civiltà e di un correttivo immediato per tutte quelle azioni che sono diventate inaccettabili.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!