Iscriviti
Roma

Circolazione treni sospesa tra Firenze e Roma a causa di un incendio ad una cabina e ritardi fino a 180 minuti

La circolazione è stata sospesa in alcuni tratti a causa di un incendio della cabina elettrica dell'alta velocità. Ecco gli ultimi aggiornamenti sulla circolazione.

Cronaca
Pubblicato il 22 luglio 2019, alle ore 10:44

Mi piace
3
0
Circolazione treni sospesa tra Firenze e Roma a causa di un incendio ad una cabina e ritardi fino a 180 minuti

È iniziata una nuova settimana e sono iniziati i disagi per i pendolari che ogni giorno si spostano da una città all’altra per lavorare o andare all’università. Dalle ore 5.10 di questa mattina, infatti, i treni che collegano Rovezzano con Firenze Campo di Marte sono fermi. La circolazione è stata sospesa e possono verificarsi ritardi fino a 180 minuti

La notizia è stata diffusa da Rete Ferroviaria Italiana (RFI) tramite un comunicato stampa che riporta che al momento è in atto la riprogrammazione del traffico ferroviario. 

Trenitalia: circolazione sospesa e ritardi di 180 minuti. Le cause

La sospensione della circolazione implica la totale assenza di treni per la tratta già citata, ma anche notevoli ritardi che possono arrivare fino 180 minuti (3 ore) per quei treni che arrivano da Nord, come quelli da Milano e Bologna, e quelli che arrivano dal Sud, come ad esempio Napoli.

Inizialmente, il ritardo annunciato nel comunicato parlava di un massimo di 120 minuti, ma sembrano essersi aggiunti altri 60 minuti proprio nell’ultima ora. La causa di tutto ciò è da attribuire ad una cabina elettrica dell’alta velocità che avrebbe preso fuoco all’improvviso a Rovazzano. 

Secondo le prime ricostruzioni, l’incendio potrebbe essere di natura dolosa, ma sul posto ci sono già la polizia scientifica e la Digos per analizzare l’accaduto nel dettaglio. Dopo un paio di ore dall’accaduto, però, è arrivato un altro comunicato che spiega che, dopo la sospensione della circolazione dalle ore 5.10 alle 7.10, anche se lentamente, i treni hanno ripreso a circolare.

Proprio per questo, si sono calcolati un massimo di 180 minuti di ritardo. Un aggiornamento degli ultimi minuti ha confermato l’incendio doloso da parte di ignori e i tecnici di RFI sono già al lavoro per tentare di ripristinare il tutto e far riprendere la circolazione in maniera nuovamente efficiente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Già i servizi ferroviari non sono proprio il massimo, poi se qualcuno dà fuoco alle cabine dell'alta velocità e interrompe letteralmente la circolazione dei treni crea un disagio enorme. Personalmente penso, poiché qualche giorno fa sono tornati all'attacco i No Tav, che sia opera di qualcuno di loro. Speriamo ripristino presto la circolazione§: 3 ore di attesa non sono il massimo per andare a lavoro.

Lascia un tuo commento
Commenti
Claudio Bosisio
Claudio Bosisio

22 luglio 2019 - 19:04:43

Ok. Anarchici o No-Tav, questi vanno mandati in carcere, oltre che mandati all'inferno da tutti i viaggiatori che sono rimasti bloccati per ore nelle stazioni.

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

22 luglio 2019 - 10:47:32

Avevo pensato pure io ai No-Tav: come siamo malfidenti... Tra l'altro, oltre alle 3 ore di ritardo,. si deve pure considerare questo caldo atroce su treni ove spesso l'aria condizionataa non funge.

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara
Francesco Menna

22 luglio 2019 - 11:00:14

un inferno, praticamente. Già quando i treni sono "in orario" è un apocalisse, figuriamoci con questo caos

0