Iscriviti

Chiusi dentro la struttura con gli anziani per 50 giorni: “Nessun positivo nella nostra Rsa”

Una storia di forza e sacrificio quella che arriva da una RSA della provincia di Campobasso: "ecco come abbiamo combattuto contro il Covid-19"

Cronaca
Pubblicato il 5 maggio 2020, alle ore 10:25

Mi piace
0
0
Chiusi dentro la struttura con gli anziani per 50 giorni: “Nessun positivo nella nostra Rsa”

La storia che arriva da Montenero di Bisaccia, in provincia di Campobasso, è la prova che esiste ancora un po’ di umanità e di buon senso. E’ la dimostrazione tangibile dell’amore che alcune persone hanno verso il proprio lavoro e della responsabilità che avvertono, forte e pesante, sulle spalle nei confronti dei propri cari che li aspettano a casa.

E’ la storia del personale della RSA Villa Santa Maria che, a seguito della dichiarazione da parte del presidente della Regione Molise, Donato Toma, di trasformare il comune in zona rossa, ha deciso all’unanimità per l’autoisolamento.

Da quel momento nessuno è più entrato nella struttura, ne mai uscito. Il loro timore? Quello che anche uno solo dei loro pazienti potesse essere contagiato dal Covid-19 e dare il via ad una serie di contagi che avrebbero senza alcun dubbio portato ad una strage. Senza considerare la paura forte e angosciante di portare il virus a casa ed infettare le persone che più amavano.

Per questo motivo, 11 operatori sanitari, 6 OSS e 5 infermieri, hanno scelto di vivere giorno e notte nella casa di riposo, per 50 giorni, con i loro anziani, la loro seconda famiglia.“Io sono madre e ho lasciato due figlie a casa e ho lasciato da mia sorella anche mia madre di 92 anni, non vedo l’ora di riabbracciarla. Alla fine i nostri ospiti si sono rivelati più importanti della nostra famiglia” sono le parole di Esterina Mancini, operatrice della struttura.

Una decisione affatto semplice soprattutto per le madri presenti nello staff che hanno “abbandonato” i loro figli a casa. “La mia scelta è stata molto sofferta perchè ho lasciato i miei due figli a casa all’inizio è stata dura, ma poi giorno dopo giorno, sentendo che i miei figli se la stanno cavando bene mi sono tranquillizzata e sono orgogliosa della mia scelta” racconta Giuliana Del Gesso, OSS nella RSA Villa Santa Maria.

Dal 22 aprile, l’azienda sanitaria della regione Molise ha sottoposto tutti gli anziani della struttura a tampone e finalmente sono arrivati gli esiti: tutti negativi. La RSA Villa Santa Maria, grazie alla forza e l’impegno di tutto il personale, ha vinto la battaglia contro il Covid-19. Un vero e proprio esempio da seguire!

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!