Iscriviti

Chiama i carabinieri, dalla pistola di un militare parte un colpo, muore un 50enne

Mistero a Quaregna, in provincia di Biella, dove nella notte tra il 19 e il 20 febbraio un 50enne di origini straniere ha chiamato i carabinieri forse in preda ai fumi dell'alcol. L'agente avrebbe sparato per difendersi, l'uomo era andato in escandescenza.

Cronaca
Pubblicato il 20 febbraio 2021, alle ore 12:17

Mi piace
1
0
Chiama i carabinieri, dalla pistola di un militare parte un colpo, muore un 50enne

Resta tutta da chiarire la vicenda avvenuta la notte tra il 19 e il 20 febbraio a Quaregna, in provincia di Biella, dove un 50enne di origini straniere è deceduto dopo che dalla pistola di un carabiniere è partito un colpo. Secondo quanto riferisce la stampa nazionale, pare che il soggetto, di cui non sono state ancora fornite le generalità, abbia chiamato il 112 pronunciando frasi che parevano sconnesse. La telefonata è parsa piuttosto confusa, per cui i carabinieri si sono recati sul posto per vedere che cosa stesse succedendo. I militari pensavano forse ad una richiesta di soccorso, ma subito dopo è accaduto quello che non si aspettavano.

All’arrivo dei militari la situazione sarebbe degenerata, e secondo quanto riferisce Fanpage, ci sarebbe stata una aggressione a colpi di coltello nei confronti degli agenti. A questo punto uno dei militari, per difendersi, avrebbe sparato colpendo il 50enne. Trasportato d’urgenza in ospedale dai sanitari del 118, il 50enne è deceduto dopo poche ore dal suo arrivo nel nosocomio. Un carabiniere sarebbe comunque anche rimasto ferito, anche se le sue condizioni non sono gravi e non si teme per la sua vita. 

Vicenda da chiarire

Tra l’altro pare che al 118 sia arrivata una telefonata che informava della presenza di un uomo che dava in escandescenza a Quaregna. Che cosa sia successo dopo resta tutto da chiarire, per questo le autorità hanno avviato le indagini per chiarire meglio le circostanze dei fatti. L’aggressione sarebbe stata improvvisa. Il 50enne sarebbe stato colpito dal proiettile all’altezza del petto. 

Nelle prossime ore si conosceranno comunque ulteriori particolari su questa assurda vicenda avvenuta in provincia di Biella. La notizia si è sparsa nella zona, destando anche apprensione tra gli abitanti. Come già detto il carabiniere avrebbe sparato per difendersi dalle coltellate che l’uomo stava infliggendo. 

Purtroppo non è il primo episodio del genere che capita in Italia, e molto spesso i militari e le forze dell’ordine in generale vengono aggredite durante il loro orario di lavoro. Non si conoscono i motivi che hanno portato il 50enne a rivolgersi ai carabinieri, per cui si attendono ulteriori riscontri investigativi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Vicenda davvero assurda quella avvenuta a Biella, che sarà sicuramente chiarita nelle prossime ore. Ogni giorno le forze dell'ordine sono vittima di aggressioni da parte di persone che proprio non lo vogliono sapere di rispettare la legge, e alcune volte capitano episodi come questo. Sarà adesso l'autorità giudiziaria ad accertare eventuali responsabilità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!