Iscriviti

Cereali Wheaties: trovati frammenti di metallo

Scoperti frammenti di metallo nei cereali Wheaties per aumentare il livello di ferro presente. Sotto accusa la casa produttrice. Sconcertante il video dei test pubblicato.

Cronaca
Pubblicato il 27 marzo 2014, alle ore 13:45

Mi piace
0
0
Cereali Wheaties: trovati frammenti di metallo

Ancora sotto accusa i prodotti che finiscono sulla tavola di milioni di consumatori ogni giorno. Questa volta a finire sotto la lente di ingrandimento dei media e degli specialisti del settore sono i cereali per la colazione.

Si tratta nello specifico dei cereali Wheaties prodotti dalla General Mills, che, secondo degli studi condotti dalla Natural News Forensic Food Lab Investigation, conterrebbero microscopici frammenti di metalli.

La notizia di per sé è già allarmante per i milioni di consumatori del prodotto, ma a rendere il tutto ancora più sconcertante è un video pubblicato su You Tube che dimostra la presenza dei metalli all’interno dei cereali.

L’addetto del laboratorio che ha effettuato i test, infatti, dà una prova visiva ai consumatori più scettici della presenza dei frammenti ed utilizzando un semplice e comunissimo magnete dà vita ad uno spettacolo incredibile. I cereali, infatti, vengono attirati dal magnete.

Cereali Wheaties: trovati frammenti di metallo

I frammenti di metallo, infatti, verrebbero aggiunti ai cereali per migliorarne il profilo nutrizionale in modo tale da poter indicare contenuti di ferro maggiori in etichetta, ma il direttore del laboratorio che si è occupato delle analisi Mike Adams si dice molto scettico su questo tipo di formulazione “Aggiungere frammenti di metalli ad un cereale non è nutrizionalmente equivalente ai minerali che si formano durante la crescita del grano in natura” ha spiegato in un’intervista. “La biodisponibilità è molto diversa”.

cereali-wheaties-frammenti-metallo

Secondo Adams, inoltre, aggiungere frammenti di metalli al prodotto per poterne decantare le proprietà nutritive nella confezione costituisce un atto ingannevole nei confronti dei consumatori e per questo accusa l’azienda produttrice General Mills sostenendo, peraltro, che questa abbia fatto ricorso a questo tipo di stratagemma anche per altri prodotti in passato.

All’interno del sito web del laboratorio sono, inoltre, presenti diversi prodotti di uso comune e i vari test effettuati che mostrano le varie quantità di frammenti di metallo presenti.

Allarmati i consumatori del prodotto, preoccupati per la propria salute e per la qualità dei prodotti che mangiano ogni giorno.

Fonte: naturalnews.com

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!