Iscriviti

Catania, gli amici del fidanzato la violentano, ricattano e filmano: arrestati

In provincia di Catania, una giovane 20enne ha avuto il coraggio di denunciare il suo fidanzato e i suoi amici che la costringevano a violenza sessuale di gruppo, filmando i video e anche ricattandola.

Cronaca
Pubblicato il 10 dicembre 2021, alle ore 10:34

Mi piace
1
0
Catania, gli amici del fidanzato la violentano, ricattano e filmano: arrestati

I danni e le violenze che si perpetrano nei confronti delle donne aumentano ogni giorno di più. Nella maggior parte dei casi, i responsabili sono persone di famiglia o fidanzati che, invece di fare del bene, attuano le peggiori violenze. In provincia di Catania, una giovane è stata violentata e abusata dagli amici del fidanzato, filmata e anche ricattata. Fortunatamente, ha avuto la forza di denunciarli e i colpevoli sono stati arrestati. 

I fatti qui raccontati sono accaduti tra il novembre 2019 e il maggio 2021 quando la vittima, una giovane 20enne ha avuto il coraggio di raccontare tutto ai Carabinieri e denunciare gli abusi e le violenze sessuali di gruppo. La giovane non solo è stata violentata ripetutamente dagli amici del fidanzato che ha architettato tutto, ma è stata anche filmata e ricattata. 

Il principale colpevole è proprio il fidanzato che, durante l’accadimento dei fatti, era impegnato in un’altra relazione, ad architettare il tutto, ricattando la vittima e pubblicando online i vari video qualora avesse parlato e denunciato di questo strano triangolo in cui era coinvolta. In base al racconto della vittima, è stato anche chiesto denaro per evitare la pubblicazione del video. 

In seguito al primo video, ha continuato a subire ulteriori violenze sessuali, anche da colui che era il suo fidanzato che l’avrebbe costretta a un rapporto completo. Una denuncia e un racconto della giovane che ha trovato riscontro da parte dei Carabinieri in un video che mostra i casi di violenza che la giovane subiva da parecchio tempo. 

I Carabinieri di Gravina, a Catania, in seguito alla denuncia, hanno immediatamente arrestato i due giovani responsabili di 20 e 21 anni, compreso anche il 16enne, coinvolto nelle violenze, per il quale se ne occupa la Procura dei minorenni. Sui tre pendono le seguenti accuse: violenza sessuale di gruppo, diffusione illecita di immagini e video sessualmente espliciti ed estorsione

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Fortunatamente, la giovane ventenne ha avuto la forza di denunciare e dire basta ai continui abusi e soprusi che subiva. Si prova solo tanto schifo e vergogna nello scrivere e leggere di storie del genere. In questi casi, capita che poi la vittima si senta sporca, anche per i video che sono stati trasmessi e registrati. Avrà bisogno di molto tempo per riuscire a riprendersi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!