Iscriviti

Catania, 26enne uccisa a colpi d’arma da fuoco dall’ex fidanzato che denunciò per stalking

Un altro caso di femminicidio scuote Acitrezza dove una giovane ragazza di 26 anni perde la vita dopo essere stata colpita dall'arma da fuoco dall'x ragazzo che già denunciò per il reato di stalking.

Cronaca
Pubblicato il 23 agosto 2021, alle ore 12:29

Mi piace
2
0
Catania, 26enne uccisa a colpi d’arma da fuoco dall’ex fidanzato che denunciò per stalking

Un altro caso, l’ennesimo di femminicidio cancella i sogni, il futuro e le speranze di una giovane 26enne. Una tragedia a opera nuovamente da parte di un uomo, ovvero il suo ex fidanzato che aveva già denunciato per stalking. La vittima è Vanessa Zappalà, una giovane 26enne che è stta uccisa a colpi d’arma da fuoco dal suo ex fidanzato mentre stava passeggiando con gli amici nella serata di sabato 21 agosto. 

Un omicidio che ha avuto luogo nella zona di Acitrezza, accanto al porticciolo, meta di passeggiate. A spararle sarebbe stato proprio il suo ex, anche in base a quanto affermano i Carabinieri. L’ex fidanzato si sarebbe poi dileguato e lo si sta ancora cercando. Un ragazzo che già in passato si era fatto conoscere in quanto denunciato dalla stessa Vanessa per stalking. Nello sparo è stata anche ferita una ragazza della comitiva di amici che ha ricevuto un colpo alla schiena. 

La giovane è morta nella notte in seguito ai colpi d’arma da fuoco che ha ricevuto. Sul suo profilo social aveva scritto la seguente frase: “Non puoi mostrare il mare che hai dentro a chi non sa nuotare“, forse un chiaro riferimento all’ex e al dolore che covava per i suoi atteggiamenti. Una vicina di casa racconta di quanto Vanessa avesse paura dal momento che l’ex le faceva gli appostamenti sotto casa.

Infatti, la vicina racconta: “Ti avvisavo ogni sera: “Stai attenta che si apposta sotto casa nostra”. E adesso come farò ogni sera ad affacciarmi senza chiederti: “Vane che fai?” E tu: “Niente, fumiamoci una sigaretta nel balcone”. Senza sapere ancora nulla, la vicina racconta che si aspettava una fine del genere considerando che la sua storia fosse già segnata

Chi ha avuto il piacere di conoscere Vanessa Zappalà, la ricorda come una ragazza gentile e sorridente. Sono in molti a ricordarla sui social dove si mostra molto solare e, tra i commenti, qualcuno scrive: “Non si può morire così, bastardo devi fare la sua fine”. Le foto sui social la descrivono con tatuaggi, sogni e speranze spezzati troppo in fretta.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Concordo con il commento. Non si può assolutamente morire in questo modo con questa ferocia e brutalità che ha contraddistinto la fine della sua vita. Una giovane i cui sogni e speranze sono stati spezzati. È l'ennesimo caso di femminicidio che si legge, è ora di dire basta e tutelare queste donne perché non si può più perdere la vita così per colpa della brutalità degli uomini. Spero che lo arrestino il prima possibile.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!