Iscriviti

Caserta, sorelline picchiate e lasciate senza cibo: arrestati i genitori

Tutto è nato dal racconto della sorella più grande alla maestra dell'asilo. La bambine hanno 3 anni e 6 mesi. Venivano picchiate e lasciate senza cibo dai genitori.

Cronaca
Pubblicato il 30 aprile 2019, alle ore 17:19

Mi piace
8
0
Caserta, sorelline picchiate e lasciate senza cibo: arrestati i genitori

Due sorelline, una di 3 anni e l’altra di 6 mesi, picchiate e lasciate senza cibo; l’episodio è avvenuto a Bellona, in provincia di Caserta. I genitori, rispettivamente di 35 e 32 anni, sono stati arrestati. Riscontrate anche fratture procurate agli arti della neonata dalla cosiddetta “shaking baby syndrome“, ovvero da un eccessivo e violento scuotimento cui la bimba era sottoposta solo perché piangeva.

Il vaso di Pandora è stato scoperchiato dalla sorella più grande che frequentava la scuola materna e che ha confidato alla maestra i maltrattamenti fisici e morali che lei e la sorellina di 6 mesi subivano quotidianamente dai genitori. La docente quindi ha immediatamente fatto una relazione che è stata poi acquisita dagli investigatori della Squadra Mobile della questura di Caserta.

L’indagine però è stata avviata già lo scorso gennaio quando alla più piccolina delle sorelle, che all’epoca dei fatti aveva appena 3 mesi, è stata ricoverata all’ospedale di Caserta dove i medici hanno scoperto i traumi e le fratture, avvisando della situazione la polizia. Pian piano gli agenti hanno ricostruito la storia e gli episodi di violenza e denutrizione cui erano soggette le bimbe.

Violenza e denutrizione aggravate dalla situazione di indigenza economica in cui versavano i genitori. Tutti, tra parenti e vicini della coppia, sapevano qualcosa o sospettavano, ma nessuno ha mai denunciato i fatti e/o è mai intervenuto. L’arresto, su ordine del gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, è scattato nell’ambito di un’indagine della Procura e della polizia di Stato.

Ora i due genitori-orchi sono stati arrestati e le piccole probabilmente affidate ai servizi sociali in una struttura protetta. Le bambine subivano continui maltrattamenti fisici e psicologici solo perchè piangevano ed avevano bisogno di attenzioni. Venivano lasciate spesso senza cibo e cure. Il degrado fa da scenario all’intera vicenda che in questo caso ha avuto un lieto epilogo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Altra brutta storia di violenza ai danni di due bimbe in tenerissima età. Due genitori che si trasformano in orchi senza pietà. Un epilogo che fortunatamente in questo caso ha avuto un lieto fine. La bimba più grande di appena 3 anni in questo caso ha salvato se stessa e la sorellina da una fine inevitabile.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!