Iscriviti

Caserta, rissa finisce in tragedia: muore accoltellato un giovane pugile

A Caserta, in seguito a una lite che si trasforma in tragedia, un giovane di 18 anni muore dopo essere stato ferito a morte con un coltello con le sue condizioni peggiorate nella notte.

Cronaca
Pubblicato il 30 agosto 2021, alle ore 13:40

Mi piace
3
0
Caserta, rissa finisce in tragedia: muore accoltellato un giovane pugile

Capita sempre più di ascoltare al telegiornale o leggere sui giornali storie di giovani che, in seguito a una rissa scoppiata, per la maggior parte delle volte, per futili motivi, perdono la vita. L’ultimo episodio è accaduto a Caserta dove in seguito a una rissa, un giovane pugile di anni 18 muore accoltellato dal suo aggressore che è già stato fermato. Cerchiamo di capire la dinamica dei fatti che hanno portato alla sua morte. 

La giovane vittima è Gennaro Leone, di 18 anni che abita a San Marco Evangelista che è stato ferito a morte con una accoltellata per la quale non c’è stato nulla da fare. Il giovane è morto nella notte all’Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta per il troppo sangue che ha perso in seguito all’accoltellamento. In base ai primi indizi che sono stati raccolti dai Carabinieri, sembra che l’accoltellamento sia la conseguenza di una lite che è sfociata nel centro storico casertano. 

In un primo momento, la lite è cominciata tra Leone e un altro al quale poi si sono giunti anche gli amici che sono stati coinvolti nella rissa e nel parapiglia generale. Proprio in quel momento, qualcuno ha tirato fuori un coltello che ha ferito alla coscia il giovane pugile. Non appena è accorsa la tragedia, sono stati chiamati i soccorsi e il giovane è andato subito all’ospedale. Inizialmente, le sue condizioni non sembravano così critiche, ma il quadro clinico è pian piano peggiorato per poi morire alle tre di stamattina. 

Sono già partite le indagini con gli stessi inquirenti che hanno anche avuto modo di analizzare i filmati di videosorveglianza sul luogo della tragedia in modo da capire l’esatta dinamica. Nel frattempo, un giovane di 19 anni di Caivano è stato fermato in quanto responsabile dell’omicidio di Gennaro Leone. 

Intanto sui social si sprecano i commenti di cordoglio e di vicinanza alla famiglia, compreso l’Asd Energy Boxe Caserta, l’associazione sportiva dove si allenava che lo ricorda in questo modo: “Che la terra ti sia lieve, piccolo Campione”. Nel frattempo, lo stesso Salvini, saputo di quanto successo al giovane, parla di emergenza sicurezza per cui bisogna assolutamente intervenire. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Non è assolutamente possibile morire in questo modo a 18 anni con tutta una vita davanti. Non è possibile che una lite scoppiata per motivi futili possa trasformarsi in una tragedia in cui a farne le spese è un giovane ragazzo che si stava semplicemente divertendo con i suoi amici. E poi, c'era proprio bisogno di avere un coltello con sé? Perché? Due giovani famiglie distrutte per sempre.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!