Iscriviti

Carabinieri intervengono per un falò in spiaggia, ma si insabbiano. Salvati dai ragazzi che volevano multare

Cercando di prevenire i contagi, i carabinieri intervengono in una spiaggia di Catanzaro per un falò, ma accade loro qualcosa d'imprevisto. La loro jeep rimane insabbiata e sono gli stessi bagnanti ad aiutarli, permettendogli di proseguire.

Cronaca
Pubblicato il 23 agosto 2020, alle ore 12:29

Mi piace
6
0
Carabinieri intervengono per un falò in spiaggia, ma si insabbiano. Salvati dai ragazzi che volevano multare

Le barzellette sui carabinieri, sul loro operato, sono tantissime e il mondo dei social ha contribuito ad aumentarle ancora di più prendendoli di mira con meme, video e anche foto virali che li vedono, anche a loro malincuore, protagonisti. La storia qui presente non è una barzelletta, ma corrisponde a realtà, anche se non tutti ci credono e pensano si tratti di un fotomontaggio. Cerchiamo di capire meglio come si sono svolti i fatti. 

Il fatto si è svolto a Roccelleta di Borgia, in provincia di Catanzaro, dove un gruppo di giovani, nei pomeriggi e serate estive, stava festeggiando in spiaggia alla luce di un falò che avevano appena acceso. Considerando le norme di sicurezza relative al Covid-19, e causa l’aumento dei contagi, i falò sono vietati in spiaggia e gli stessi carabinieri stavano intervenendo per fermarlo.

Proprio in quel momento è successo qualcosa che ha generato ilarità e risa generali. A quel punto, i carabinieri decidono d’intervenire, ma la loro macchina s’insabbia rendendo difficile proseguire con le normali sanzioni del caso. Con la jeep che si blocca, i carabinieri hanno dovuto chiedere l’aiuto proprio dei ragazzi che volevano multare. 

A quel punto, i giovani aiutano i carabinieri spingendo la vettura che può continuare il suo giro di perlustrazione. Ovviamente, per i ragazzi non c’è stata sanzione, ma sicuramente si saranno divertiti a vederli in difficoltà. Inutile dire che il video della jeep insabbiata è diventato virale

Si tratta di un episodio che ha avuto luogo nei giorni prima di Ferragosto, quando sono state ordinate dalla prefettura di Catanzaro delle perlustrazioni proprio per evitare gli assembramenti in vista del Covid-19 e mantenere in questo modo le giuste misure di sicurezza. Una misura che è stata adottata anche in altre regioni italiane proprio per cercare di ridurre il numero dei contagi che sono aumentati nelle ultime settimane. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Una vicenda paradossale che fa alquanto sorridere. In questo caso, la realtà è stata superiore alla fantasia. I giovani, anziché essere multati e ricevere una sanzione per il loro comportamento, sono stati d'aiuto per i carabinieri che hanno potuto tranquillamente continuare il loro giro senza altri intoppi o insabbiamenti. Una storia ilare che sicuramente avrà fatto sorridere anche le stesse forze dell'ordine.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!