Iscriviti
Napoli

Campania, il presidente De Luca pronto a chiudere le scuole medie ed elementari fino alla fine di gennaio

Lo ha annunciato il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, il quale ha chiesto che tali istituti scolastici vengono chiusi almeno fino alla fine di gennaio. "Irresponsabile aprire il 10 gennaio".

Cronaca
Pubblicato il 7 gennaio 2022, alle ore 17:28

Mi piace
0
0
Campania, il presidente De Luca pronto a chiudere le scuole medie ed elementari fino alla fine di gennaio

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha annunciato nella consueta diretta social del venerdì il provvedimento di chiusura delle scuole medie ed elementari fino alla fine di gennaio. Anche in Campania, come nel resto d’Italia, le scuole sarebbero dovute riaprire il 10 gennaio, ma secondo De Luca non ci sono le condizioni di sicurezza minime per poter far tornare gli alunni in presenza. 

Il Covid, d’altro canto, sta mettendo a dura prova anche la Campania, che da giorni sta facendo registrare numeri importanti per i quali le autorità sono molto preoccupate. E si dice molto arrabbiato anche nei confonti del Governo De Luca: secondo lui i fondi del Governo per quanto riguarda i trasporti sono assenti. “I fondi aggiuntivi del Governo, per aumentare il trasporto pubblico dedicato agli studenti non ci sono” – così ha affermato il presidente. 

23.000 positivi tra studenti e professori

Nelle prossime ore sarà convocata l’Unità di Crisi che dovrebbe analizzare per bene la situazione e dare quindi il via libera alla chiusura degli istituti scolastici su elencati a partire dal 10 e fino alla fine di gennaio, periodo nel quale la situazione dei contagi dovrebbe essere rivista per capire se ci siano le condizioni per il ritorno in presenza. 

“In questa condizione credo che sia irresponsabile aprire le scuole il 10 gennaio, per quello che ci riguarda credo che non apriremo le scuole medie ed elementari” – questo l’annuncio fatto da De Luca alla popolazione. In Campania al momento al 4 gennaio c’erano 23.000 positivi tra studenti e professori

“Se c’è un contagio si chiude, se ci sono due positivi, se ce ne sono tre. Basta, basta con queste cose demenziali, assolutamente ingestibili. Se io dovessi descrivere ad un nostro concittadino quali sono le misure per le quarantene, io non sarei in grado di farlo” – così ha proseguito De Luca nel suo intervento.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Quella della regione di Campania è una decisione molto importante, che sicuramente avrà ripercussioni sulla vita degli scolari. D'altronde bisogna fare i conti con numeri di contagi altissimi sia nella regione che nel resto della nazione. Staremo a vedere che cosa decideranno le autorità in merito al posticipo della ripresa dell'anno scolastico.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!