Iscriviti

Cammina a piedi sulla superstrada: richiedente asilo salvato da polizia e carabinieri

L'episodio nella serata di ieri 6 aprile nei pressi di Torchiarolo, in provincia di Brindisi, vicino al ponte che conduce a Campo di Mare. Ad accorgersi della sua presenza il comandante della Polizia Locale di Torchiarolo, Lorenzo Renna.

Cronaca
Pubblicato il 7 aprile 2021, alle ore 11:03

Mi piace
0
0
Cammina a piedi sulla superstrada: richiedente asilo salvato da polizia e carabinieri

Stava camminando a piedi sul ciglio della superstrada Lecce-Brindisi, in direzione del capoluogo adriatico. Un giovane richiedente asilo originario del Mali nella serata di ieri è stato salvato dopo il tempestivo intervento del comandante della Polizia Locale di Torchiarolo, Lorenzo Renna. Il ragazzo stava anche mangiando un panino e si trovava proprio nei pressi dello svinvolo che conduce alla cittadina brindisina, nei pressi del cosidetto “ponte della Betta”, che conduce dall’hinterland verso la cittadina costiera di Campo di Mare, frazione di San Pietro Vernotico. Il richiedente asilo aveva 35 anni.

Nel frattempo un collega del comandante Renna aveva visto la stessa scena transitando sulla corsia opposta. Il giovane aveva scavalcato il guard-rail per poi cambiare corsia, e dirigersi così verso Brindisi, dove alloggia. A questo punto il comandante della Locale di Torchiarolo, che stava tornando da Carovigno, lì dove dal mese scorso dirige il comando dei Vigili Urbani, ha raggiunto il giovane e lo ha fermato in tempo prima che potesse capitarli qualcosa. 

Sul posto Polizia stradale e carabinieri

A questo punto sul posto sono giunti gli agenti della Polizia Stradale e i carabinieri, i quali hanno provedduto a prendere in consegna il 35enne, che sano e salvo ha fatto ritorno verso casa. La superstrada in questione è una delle arterie principali della Puglia, e collega appunto i due capoluoghi di provincia dopo un percorso di una quarantina di chilometri. Di notte non c’è illuminazione, per cui la visibiità è molto scarsa. 

Secondo quanto riferisce la testata giornalistica locale Brindisi Report, sarebbe stato proprio Renna ad avvertire gli uomini del comando di Torchiarolo. Quando l’agente ha raggiunto il 35enne lo ha subito bloccato, attendendo l’arrivo degli agenti della Polizia e dei militari dell’Arma. Le forze dell’ordine hanno proceduto a verificare le condizioni di salute del ragazzo. 

Non si sa perché il giovane originario del Mali abbia deciso di percorrere in orario serale l’arteria stradale in questione. La zona della provincia di Brindisi ospita numerosi richiedenti asilo che spesso lavorano nelle campagne per gudagnarsi la giornata. Molti di loro fanno rientro in bici o a piedi nei paesini della provincia anche in orario notturno, con tutti i pericoli che da questo ne conseguono. Un problema, quest’ultimo, che è stato già sollevato da diverse associazioni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Episodio a lieto fine quello che si è verificato in provincia di Brindisi, dove questo ragazzo straniero di 35 anni è stato salvato dalle forze dell'ordine grazie al tempestivo intervento del comandante della Polizia Locale di Torchiarolo. Molto spesso i migranti percorrono al buio le strade della provincia, e purtroppo nel corso del tempo si sono verificati anche incidenti molto gravi. Questa volta il dramma è stato forse sfiorato per un soffio, visto che il 35enne stava percorrendo il ciglio di una strada ad altissima percorrenza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!