Iscriviti

Cagliari, donna uccisa a coltellate in casa a Quartu Sant’Elena

La tragedia a Quartu Sant'Elena, nella città metropolitana di Cagliari. Sul corpo della vittima, che aveva 50 anni, sono stati riscontrati i segni di numerose coltellate. I vicini parlano di continue urla che provenivano da casa. A lanciare l'allarme la sorella che da tre giorni non riusciva a mettersi in contattato con lei.

Cronaca
Pubblicato il 13 dicembre 2021, alle ore 18:32

Mi piace
0
0
Cagliari, donna uccisa a coltellate in casa a Quartu Sant’Elena

Femminicidio a Quartu Sant’Elena, cittadina che si trova nell’area metropolitana di Cagliari, dove una donna di 50 anni di origini romene è stata trovata in casa sua senza vita. A lanciare l’allarme è stata una parente che non riusciva più a mettersi in conttato con lei da tre giorni. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Quartu, che hanno trovato la donna ormai esanime in camera da letto. 

La vittima aveva addosso i vestiti. Gli inquirenti hanno notato che sul corpo della donna ci fossero i segni di numerose coltellate, da qui l’ipotesi dell’omicidio ha preso sempre più piede. Al momento i carabinieri stanno cercando una persona che si è resa irreperibile. I rilievi all’interno dell’abitazione, situata al civico 150 di via della Musica, sono stati condotti dal carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Cagliari.

Indagini in corso

Sul posto sono giunti anche il medico legale Roberto Demontis, che ha eseguito una prima ispezione cadaverica, e il pm di turno presso la Procura della Repubblica di Cagliari, Nicoletta Mari. I militari dell’Arma stanno cercando di ricostuire le ultime ore di vita della 50enne, le cui generalità non sono state ancora diffuse. 

A chiamare i carabinieri è stata la sorella della vittima, preoccupata perchè appunto non aveva notizie della famigliare. “Abbiamo aperto la porta con i vigili del fuoco e trovato il cadavere” – così ha dichiarato Michele Cerri, comandante dei carabinieri della compagnia di Quartu Sant’Elena. La notizia ha scioccato il paese. 

Non è purtroppo il primo femminicidio che accade in questo periodo in Italia. Qualche giorno fa a Misterbianco, in provincia di Catania, una giovane di 27 anni e madre di una bambina piccola venne uccisa mentre usciva da lavoro, un panificio locale. La donna fu freddata con alcuni colpi di pistola che non le hanno lasciato scampo. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Ancora un femminicidio in Italia, l'ennesimo che si verifica nel giro di pochi giorni. Si tratta di un fenomeno che viene tenuto sotto costante controllo da parte delle forze dell'ordine, che invitano a denunciare qualsiasi angheria subita tra le mura domestiche e non solo ovviamente. Denunciare è utilie perchè le forze di polizia possono assicurare così i responsabili alla giustizia prima che possa essere troppo tardi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!