Iscriviti

Brindisi, treno merci perde gas butilene: evacuata la stazione ferroviaria e traffico in tilt

Si sono vissute ore di angoscia nel capoluogo di provincia pugliese, dove nel pomeriggio di ieri un treno diretto al petrolchimico ha perso gas da un vagone. In serata la situazione è tornata alla normalità. Il sindaco ha rassicurato la popolazione.

Cronaca
Pubblicato il 23 luglio 2021, alle ore 09:50

Mi piace
0
0
Brindisi, treno merci perde gas butilene: evacuata la stazione ferroviaria e traffico in tilt

Sembrava un pomeriggio come tanti quello di ieri a Brindisi. Ma intorno alle ore 17:00 qualcuno ha sentito un forte odore di gas provenire dalla zona della stazione ferroviaria, per cui ha avvisato i Vigili del Fuoco. Dal vicino comando provinciale sono partite alcune squadre di pompieri che hanno subito individuato la perdita. Quella puzza era gas butilene e proveniva da un treno merci diretto al Petrolchimico Eni Versalis situato nella zona industriale della città. Le autorità hanno bloccato il convoglio, che ha dovuto interrompere il suo cammino verso l’importante polo industriale della città.

Immediatamente la stazione centrale di Brindisi è stata evacuata, così come è stato chiuso al traffico il Cavalcavia De Gasperi, arteria stradale centrale della città che collega il centro storico ai quartieri della periferia. Anche la vicina via Tor Pisana e alcune zone del centro confinanti con la stazione sono state bloccate e chiuse al traffico. Sul posto si sono precipitati anche gli agenti della Polizia Locale, che hanno proceduto a dirigere il traffico. I tecnici specializzati, con alcune squadre giunte anche da Bari, hanno provveduto a mettere in sicurezza il convoglio. 

Emergenza rientrata in serata 

Durante il pomeriggio il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, è intervenuto sulla sua pagina ufficiale Facebook per rassicurare la popolazione. Il primo cittadino ha dato informazioni utili su come muoversi in città. Moltissimi treni provenienti da Lecce e Bari hanno subito ritardi e rallentamenti.

Trenitalia ha attivato il servizio sostitutivo con bus tra Mesagne e Brindisi e tra San Vito dei Normanni e Lecce. Il treno FR 9805 Torino Porta Nuova (9:10) – Lecce (18:50) ha terminato la corsa a Ostuni. I passeggeri diretti a Brindisi e Lecce hanno proseguito il viaggio con il servizio sostitutivo con bus appositamente predisposto. 

I Vigili del Fuoco, dopo un grande lavoro di messa in sicurezza, hanno isolato il vagone, mentre il resto del treno ha proseguito verso il Petrolchimico. Il vagone interessato dalla perdita era il penultimo. Il treno era composto da sette vagoni: quello interessato dalla perdita si è fermato proprio sotto al Cavalcavia De Gasperi. Quando le persone si sono accorte della puzza di gas il convoglio era fermo in stazione. Intorno alle 22:00 il vagone interessato dalla perdita è stato trasferito presso lo stabilimento Eni Versalis su un camion, scortato da Vigili del Fuoco e Polizia Locale. 

Le arterie stradali bloccate sono state riaperte al traffico. Sebbene la perdita di gas fosse minima, si è trattato comunque di una situazione molto pericolosa. Il butilene è infatti un gas altamente infiammabile. Nella mattinata di oggi il traffico presso la stazione centrale di Brindisi è tornato alla normalità.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un episodio davvero assurdo quello che si è verificato nel pomeriggio di ieri a Brindisi. Se le cose fossero andate diversamente e la perdita fosse stata più ingente poteva verificarsi anche una strage. Tantissima la preoccupazione dei cittadini che hanno sentito il forte odore di gas provenire dalla zona in cui era fermo il convoglio. Grazie al tempestivo intervento dei cittadini, che hanno avvisato i Vigili del Fuoco, si sono evitate conseguenze peggiori.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!