Iscriviti

Brindisi, teppisti distruggono in spiaggia la passerella per i disabili

Sta diventando incresciosa la situazione a Campo di Mare, marina di San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi, dove la passrella che serve ai disabili per raggiungere l'arenile viene presa spesso di mira dai vandali. Intervento della Polizia Locale.

Cronaca
Pubblicato il 2 agosto 2021, alle ore 10:52

Mi piace
0
0
Brindisi, teppisti distruggono in spiaggia la passerella per i disabili

Prendono di mira la passerella per i disabili e spargono i pezzi della pedana per tutta la spiaggia. Non contenti di ciò, entrano negli spogliatoi e danneggiano tutto. Si stanno vivendo giornate di pura follia a Campo di Mare, marina situata nel comune di San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi, dove alcuni vandali stanno di fatto impedendo ai disabili che frequentano l’arenile di poter usufruire della spiaggia e dei relativi servizi ad essa connessi. Negli scorsi giorni l’amministrazione comunale ha installato la passerella, ma subito dopo alcuni ragazzini l’hanno presa di mira distruggendola. 

In quell’occasione intervennero gli agenti della Polizia Locale per rimettere tutto a posto. Ma nella giornata di ieri tutto si è ripetuto, scatenando l’ira dei bagnanti. I ragazzini hanno quindi danneggiato la pedana e le porte degli spogliatoi delle docce, che sono stati utilizzati come porta da calcio. Alcune persone presenti in spiaggia hanno rimproverato i ragazzi, ma dal canto loro questi hanno risposto con insulti, minacce e parole molto colorite. A quel punto sono dovuti intervenire gli agenti della Locale insieme ai volontari della Protezione Civile di San Pietro Vernotico. 

Una questione di rispetto 

La Protezione Civile locale ha quindi emanato un comunicato, che è stato pubblicato anche sulle relative pagine social. “Quello che vedete in foto sono le pedane e le casette/spogliatoi per ragazzi e/o adulti che presentano disabilità quasi distrutti dai cosiddetti individui normodotati, in psicologia, soggetto che ha un coefficiente di intelligenza intorno ai valori medî, ecco in questo caso questi esseri hanno un coefficiente sotto sotto la media. Le pedane che servono ai nostri amici per raggiungere il mare fatte a pezzi e lasciate un pò qui un pò la, le casette aperte e utilizzate, con asciugamani abbandonati e sporchi” – così si legge nel posto della Protezione Civile. 

Le autorità locali invitano tutti al rispetto verso il prossimo, e non escluse adesso indagini che mirino ad identificare i vandali che stanno causando questi disagi. Il tutto adesso è stato rimesso a posto, ma il timore che tali episodi possano verificarsi a stretto giro è concreto. “Ormai questi atti di vandalismo sono superati, sono cose per persone piccole che ancora di più sottolineano le loro incapacità. Non ci parlate di controlli e di poca presenza delle forze dell’ordine. Questi sono gesti che a prescindere non si fanno. Non serve compassione, serve semplicemente amore per il prossimo” – così conclude la Protezione Civile

Nelle prossime ore potranno sicuramente conoscersi ulteriori particolari su quanto avvenuto a Campo di Mare. In questo periodo la località marittima, situata sulla costa sud, è presa d’asslto anche da numerosi turisti, e questi episodi non contribuiscono di certo a creare una buona immagine del posto. Serve quindi la responsabilità di tutti. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Sono episodi davvero assurdi quelli che si stanno verificando a Campo di Mare, questa ridente cittadina che si trova affacciata sul mare Adriatico, nel brindisino. Questi ragazzini hanno bisogno di imparare il rispetto verso il prossimo, e si spera che possano essere individuati dalle forze dell'ordine. Distruggere le passerelle per i disabili e le strutture che servono a questi ultimi non è certamente una cosa di cui vantarsi. Tali individui devono provare soltanto vergogna.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!