Iscriviti

Brindisi, positivo al Coronavirus se ne va in giro per le strade di Tuturano: 40enne denunciato

L' uomo era sottoposto a sorveglianza da parte dell'Asl di Brindisi ed è stato trovato per strada nella giornata del 15 dicembre scorso ed è stato denunciato per epidemia colposa, stesso episodio a Oria il 16 dicembre.

Cronaca
Pubblicato il 18 dicembre 2020, alle ore 15:32

Mi piace
0
0
Brindisi, positivo al Coronavirus se ne va in giro per le strade di Tuturano: 40enne denunciato

Un uomo 40enne residente a Tuturano, in provincia di Brindisi, è stato denunciato dai carabinieri della locale stazione per epidemia colposa in quanto soggetto positivo al Covid-19. Nella fattispecie, durante un controllo eseguito per le vie centro abitato di Tuturano nella giornata del 15 dicembre, il 40enne è stato trovato in strada mentre passeggiava tranquillamente, ignaro, forse, del pericolo che stava creando. I controlli dei militari dell’Arma hanno quindi accertato la sua positività al coronavirus, scoprendo che l’uomo era soggetto sottoposto a quarantena secondo quanto stabilito dall’Asl di Brindisi. Immediatamente gli agenti hanno chiesto spiegazioni, per cui, dopo le formalità di rito e gli accertamenti di varia natura effettuati sull’uomo, a costui è stato intimato di tornare a casa e non di non muoversi per nessuna ragione. 

La notizia ha preoccupato, e non poco, gli abitanti di Tuturano, che è una piccola frazione di poco più di 3.000 abitanti che si trova a 10 chilometri dal comune capoluogo. Anche qui, in questo periodo, i controlli delle forze dell’ordine sono serrati, questo in modo da scongiurare comportamenti pericolosi da parte della gente. La frazione ha registrato molti casi di infezione da Sars-CoV-2 durante questa seconda ondata.

A Oria un altro positivo a spasso in città

I media locali, in particolare Brindisi Report e Senzacolonne News, riferiscono che un altro soggetto, precisamente il 16 dicembre scorso, è stato colto in flagranza di reato dai carabinieri della locale stazione mentre se ne andava in giro per le strade della cittadina pugliese. Anche in questo caso i militari dell’Arma hanno chiesto all’uomo che cosa ci facesse in strada nonostante fosse positivo al Covid-19. L’uomo, un 49enne, ha risposto che doveva effettuare una telefonata urgente, ma la spiegazione non ha convinto appieno gli uomini in divisa, che anche in questo caso hanno proceduto a denunciare l’uomo. 

In quest’occasione è stato appurato che il soggetto non abbia incontrato nessuno per strada. I carabinieri gli hanno intimato comunque di non muoversi dalla sua abitazione per nessun motivo. Chi viola la quarantena perché positivo al coronavirus Sars-Cov-2, non solo rischia una denuncia di natura penale, ma anche un sanzione che può arrivare fino a 5.000 euro. Così facendo, infatti, si mette in pericolo la vita e la salute delle altre persone. 

Sicuramente su entrambi gli episodi si potranno conoscere ulteriori dettagli nelle prossime ore. I controlli delle forze dell’ordine proseguiranno anche nei prossimi giorni, soprattutto durante le feste di Natale e Capodanno. Chi sarà colto per strada senza un giustificato motivo o in flagranza di assembramento sarà multato secondo quanto stabilito dalla legislazione vigente. Le autorità continuano a sensibilizzare la popolazione sui corretti comportamenti da seguire per evitare il contatto con il virus, ovvero indossare la mascherina e tenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Questo episodio fa capire di come ci sia gente che non abbia capito ancora le regole da rispettare in questo periodo. Il comportamento di queste due persone ha messo in pericolo la vita delle persone, per cui i carabinieri hanno fatto soltanto il loro dovere. Chi sbaglia in questo periodo sarà punito con multe e sanzioni severissime.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!