Iscriviti

Brindisi, Ordine dei Medici sospende altri 9 sanitari no-vax Covid

Il provvedimento è arrivato nella giornata di ieri 10 gennaio. Queste nove persone vanno a sommarsi agli altri 14 medici già sospesi perchè non hanno ottemperato all'obbligo vaccinale attualmente in vigore per i sanitari. Oliva: "Dispiace molto"

Cronaca
Pubblicato il 11 gennaio 2022, alle ore 10:24

Mi piace
0
0
Brindisi, Ordine dei Medici sospende altri 9 sanitari no-vax Covid

Continua il pugno duro della Asl e dell’Ordine dei Medici di Brindisi nei confronti dei sanitari che non vogliono vaccinarsi contro il Covid-19. Nella giornata di ieri 10 gennaio l’Ordine ha emanato il provvedimento di sospensione nei confronti di altri nove medici che proprio non ne vogliono sapere di sottoporsi alla vaccinazione contro il coronavirus Sars-CoV-2. La Asl di Brindisi è stata una delle prime aziende sanitarie nel nostro Paese a prendere duri e drastici provvedimenti nei confronti dei medici no-vax

I 9 sanitari sospesi ieri si vanno ad aggiungersi agli altri 14 già sospesi nei mesi precedenti. Dal 31 dicembre scorso le prerogative sugli accertamenti dei medici non vaccinati sono passati infatti in mano agli ordini provinciali dei medici. Attualmente sono 23 le persone che in provincia di Brindisi non possono esercitare perchè non vaccinati. Brindisi Report sottolinea che si tratta di professionisti molto importanti per la sanità, perchè lavorano soprattutto negli ospedali. 

Arturo Oliva: “Dobbiamo sospendere”

“Come Ordine dobbiamo sospendere, in queste situazioni. Poi, quello che sta succedendo è davanti agli occhi di tutti: siamo in difficoltà. Tanti operatori sanitari si stanno infettando in servizio” – queste sono le parole di Arturo Oliva, presidente dell’Ordine dei Medici di Brindisi, il quale si è detto molto dispiaciuto facendo presente che queste decisioni non si prendono a cuor leggero.

Il problema dei medici no-vax va ad aggiungersi a tutta una serie di problematiche che la sanità italiana deve affrontare, in primis la cura delle altre malattie, che di certo non sono scomparse. In diverse zone d’Italia si stanno cominciando a rinviare interventi e visite molto importanti, e questo è un dato preoccupante.

Dai numeri in possesso della Asl di Brindisi al momento risulta che 40 medici non hanno ricevuto neanche una dose di vaccino, cosa che potrebbe causare ulteiori problemi. Su 1.136 medici in servizio, 1.218 di loro hanno aderito alla campagna vaccinale e ricevuto la terza dose. Si tratta del 91,2% dei sanitari in servizio. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Quella della Asl di Brindisi è una decisione molto importante. Purtroppo sono tanti i medici che non vogliono vaccinarsi contro il Covid-19 nel nostro Paese, e questo sta mettendo in difficoltà molte strutture sanitarie. I medici dovrebbero essere le prime persone a vaccinarsi contro il Sars-CoV-2 questo perchè sono in prima linea nella tutela della salute pubblica.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!