Iscriviti

Brindisi, non vuole indossare la mascherina all’ufficio postale: arrestata e rimessa in libertà

Si sono vissuti momenti di tensione ieri mattina a Erchie, in provincia di Brindisi, dove una donna di 50 anni ha opposto resistenza ai militari intervenuti per riportarla a più miti consigli visto che non voleva indossare la mascherina. Rimessa in libertà.

Cronaca
Pubblicato il 3 novembre 2021, alle ore 13:27

Mi piace
0
0
Brindisi, non vuole indossare la mascherina all’ufficio postale: arrestata e rimessa in libertà

Si è presentata all’ufficio postale senza indossare la mascherina, e quando il personale l’ha ripresa è scoppiato il finimondo. Si sono vissuti momenti a dir poco concitati ieri mattina nell’ufficio postale di Erchie, in provincia di Brindisi, dove una donna di 50 anni, del posto, si è rifiutata di indossare il dispositivo di protezione individuale anti Covid-19. Il personale in servizio, accorgendosi che la signora non aveva il dispositivo con sè, l’ha invitata ad uscire. 

Non poteva infatti effettuare le operazioni allo sportello senza mascherina. A quel punto la donna ha cominciato a dare in escandescenza, pretendendo a tutti i costi di dover entrare per poter svolgere ciò che doveva fare allo sportello. Il direttore è intervenuto spiegando alla signora che non era possibile esaudire la sua richiesta, e gli animi si sono scaldati ancora di più. A questo punto lo stesso direttore ha chiamato il comando dei carabinieri della locale stazione, pregando i militati di intervenire tempestivamente. E infatti di lì a poco una pattuglia dell’Arma ha raggiunto la posta. 

Donna arrestata

I carabinieri hanno cercato di riportare a più miti consigli la signora, ma quest’ultima non ne ha voluto sapere. Mentre i militari tentavano di farla uscire, lei si è scagliata contro, strattonando e minacciando gli agenti. Per lei la mattinata è finita malissimo: portata in caserma, dopo le formalità di rito è stata arrestata e poi rimessa in libertà così come stabilito dal pm di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi

Indossare la mascherina è infatti obbligatorio all’interno dei luoghi chiuso, come è un ufficio postale. Per motivi di privacy le generalità della donna fermata non sono state rese note. La reazione scomposta della signora ha generato comunque panico tra i presenti, visto che stava dando in escandescenza per futili motivi. 

Il personale in servizio presso la posta ha fatto presente più volte alla signora che per entrare bisognava indossare la mascherina, ma lei non ne voleva sapere. Nelle prossime ore si potranno conoscere sicuramente ulteriori dettagli su quanto accaduto ieri mattina a Erchie. La notizia si è sparsa in breve tempo in tutta la provincia di Brindisi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Questi episodi ci fanno capire di come certa gente non abbia capito ancora che quando si va in un luogo pubblico bisogna rispettare ancora le norme anti pandemia, come appunto indossare la mascherina. Non c'entra nulla che ci sono i vaccini, il virus è ancora tra noi e tante persone non sono ancora vaccinate, per cui sono possibili portatori di una infezione grave e con un'alta carica virale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!