Iscriviti

Brindisi, 30enne tenta il suicidio lanciandosi da un viadotto: salvato dai carabinieri

L'episodio si è verificato nella mattinata del 29 gennaio sul ponte che passa sopra al cosiddetto incrocio della morte. Non sono noti i motivi del gesto disperato, l'uomo è stato preso dai militari dell'Arma prima che potesse compiere l'insano gesto.

Cronaca
Pubblicato il 29 gennaio 2021, alle ore 16:35

Mi piace
1
0
Brindisi, 30enne tenta il suicidio lanciandosi da un viadotto: salvato dai carabinieri

Poteva avere tragiche conseguenze il gesto di un 30enne che nella mattinata del 29 gennaio ha tentato di togliersi la vita volendosi lanciare dal viadotto che passa sopra al cosiddetto “incrocio della morte” a Brindisi. A lanciare l’allarme sono stati alcuni automobilisti di passaggio, che hanno visto l’uomo sporgersi dal guardarail e mettere i piedi quasi nel vuoto.

In pochi istanti una pattuglia dell’Arma dei carabinieri si è portata sul posto, verificando quanto stava succedendo. I militari hanno tentato di dissuadere il giovane dal compiere l’insano gesto. Altri colleghi hanno raggiunto la sommità del ponte, lì dove passa la superstrada. 

Prima che il ragazzo potesse buttarsi di sotto, sulla trafficata arteria stradale, un agento lo ha preso e lo ha allontanato dal parapetto. Dal vicino ospedale Antonio Perrino è partita un’ambulanza del 118 che in pochissimi istanti ha soccorso il 30enne conducendolo al nosocomio. Qui è stato preso in cura dai sanitari, che ne hanno verificato il suo stato di salute. L’uomo non sarebbe in gravi condizioni, ma avrebbe subito un forte stato di choc. Sono state tantissime le telefonate giunte ai carabinieri nel giro di pochi minuti. Al momento non sono noti i motivi del folle gesto del giovane. 

Una strada molto trafficata

Tra l’altro il ponte in cui si è verificato il fatto di cronaca si trova su una variante della strada statale 379, che collega Brindisi a Bari. Lì sotto ci sono gli accessi alla superstrada che congiunge il capoluogo di provincia adriatico a Taranto. Si tratta di un comprensorio stradale molto importante che collega varie parti della città e della stessa regione Puglia, per questo il posto è molto trafficato e ogni giorno l’arteria in questione viene percorsa da migliaia di automobilisti. 

Lì vicino insiste anche un noto parco della città di Brindisi dove la gente si reca a fare sport e attività sportiva all’aperto. Grazie al tempestivo intervento dei carabinieri e degli stessi soccorritori si è evitato il peggio. La notizia si è diffusa in breve tempo in tutta la città, destando sconcerto tra gli abitanti ma anche tanta apprensione. 

I media locali hanno anche pubblicato le foto delle fasi dei soccorsi. Nelle immagini si vedono chiaramente i carabinieri che tentato di dissuadere l’uomo. Con la grande sensisbilità che gli contraddistingue, gli agenti dell’Arma hanno intavolato un colloquio con il soggetto, invitandolo a non gettarsi di sotto. Dopo pochi secondi è stato prelevato e affidato alle cure dei sanitari. Una storia a lieto fine, dunque, quella di Brindisi. In questo difficile periodo, dovuto anche alla pandemia da Covid-19, sono diversi gli episodi che si sono verificati in tutta Italia, alcuni, purtroppo, con esiti drammatici. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un gesto disperato quello di questo giovane 30enne a Brindisi. Fortunatamente il ragazzo è stato salvato dai carabinieri, che sono riusciti ad intavolare con lui una dialogo costruttivo. Sono diversi gli episodi del genere che si stanno verificando in questo periodo in Italia, anche a causa del difficile momento economico e sociale dovuto alla pandemia di Covid-19.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!