Iscriviti

Brescia, nessuno dei cinque ragazzi morti nell’incidente stradale a Rezzato aveva la patente

Emergono particolari sconcertanti circa il terribile sinistro stradale avvenuto sulla provinciale 45 nella serata di sabato scorso, quando una Volkswagen Polo con a bordo cinque giovanissimi si è schiantata contro un bus. La macchina prestata da un amico.

Cronaca
Pubblicato il 24 gennaio 2022, alle ore 11:09

Mi piace
0
0
Brescia, nessuno dei cinque ragazzi morti nell’incidente stradale a Rezzato aveva la patente

Ascolta questo articolo

Avevano deciso di trascorrere il sabato sera tra di loro i cinque ragazzi deceduti nel bruttissimo incidente stradale avvenuto a Rezzato, in provincia di Brescia. Il dramma s’è verificato intorno alle 22:30 di sabato 22 gennaio sulla provinciale 45: la macchina sulla quale viaggiavano, una Volkswagen Polo, per cause ancora tutte in corso di accertamento ha impattato contro un bus che viaggiava sulla corsia opposta. Per i cinque occupanti della macchina, tutti di età compresa tra 22 e 17 anni, non vi è stato nulla da fare, in quanto sarebbero morti sul colpo. Sotto shock il conducente del mezzo pesante.

Sul posto si sono recati i carabinieri della locale stazione insieme agli uomini della Polizia Locale di Rezzato, che hanno proceduto ad effettuare i rilievi del caso. I Vigili del Fuoco hanno provveduto a mettere in sicurezza l’area. In queste ore le forze dell’ordine stanno procedendo con le indagini del caso. Ed emergono particolari non di poco conto. In primis nessuno dei cinque ragazzi aveva la patente: alla guida del veicolo forse ci sarebbe stato un 22enne, il più grande di loro.

L’auto prestata da un amico

Da quanto è stato possibile ricostruire fino a questo momento pare che la macchina fosse stata prestata ai ragazzi da un amico originario di Casto, il quale li seguiva con la sua autovettura. Sarebbe stato proprio quest’ultimo ad accorgersi per primo della tragedia avvenuta. L’impatto con il mezzo pesante ha scaraventato i cinque ragazzi all’esterno dell’abitacolo.

Gli inquirenti vogliono capire adesso quali siano stati i motivi che hanno spinto l’amico del 22enne a prestare la Polo e se fosse al corrente che chi doveva condurre il veicolo fosse sprovvisto di patente. Lo stesso padre della vittima ha confermato che il figlio non avesse la certificazione di guida. Tutti particolari a cui le forze dell’ordine daranno risposta a breve. Tutti i giovani eano residenti in Valle Sabbia

C’è sgomento e sconcerto nel bresciano per la scomparsa prematura di questi cinque giovani in queste tragiche circostanze. Per motivi di privacy, ma anche per la delicatezza della vicenda e per rispettare l’immenso dolore dei famigliari, preferiamo omettere le generalità delle cinque vittime. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Quello avvenuto a Brescia è stato un bruttissimo incidente stradale che purtroppo è costato la vita a cinque giovanissimi ragazzi. Come abbia fatto il conducente a mettersi alla guida dell'auto senza patente resta tutto da chiarire: l'auto sarebbe stata prestata appunto da un amico. Il dolore in tutta la Valle Sabbia è immenso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!