Iscriviti

Brescia: alla guida ubriaco, fugge dalla polizia ma finisce la benzina

Accade a Brescia, dove un uomo viene fermato da una volante e, sprovvisto di documenti, si da alla fuga. Viene fermato e arrestato poco dopo, a causa del serbatoio vuoto.

Cronaca
Pubblicato il 11 luglio 2020, alle ore 14:13

Mi piace
4
0
Brescia: alla guida ubriaco, fugge dalla polizia ma finisce la benzina

Sta diventando quasi una moda, quella di alzare il gomito più del solito e di mettersi alla guida in un pericoloso stato di ebbrezza. Certe volte si è abbastanza fortunati da non venire beccati da qualche volante che pattuglia quotidianamente le strade delle città più affollate, mentre altre volte, invece, le pattuglie fermano personaggi in evidente stato di ebbrezza, e lì scattano pene davvero aspre.

Come è accaduto pochi giorni fa a Brescia, dove un uomo, un quarantenne a bordo di un’auto di grossa cilindrata, viene fermato dalla pattuglia della questura. Intenti a voler effettuare solo un semplice controllo, i poliziotti richiedono i documenti di riconoscimento, ma l’uomo afferma di non esserne in possesso, momentaneamente. 

Nel frangente, l’uomo a bordo della sua auto accende i motori, ingrana la marcia, e scappa via dal posto di blocco a tutta birra. A poco è servita la fuga, in quanto l’uomo in questione è stato raggiunto in poco tempo dalla polizia, visto che la sua auto si era fermata per aver terminato il carburante. A questo punto sono scattate inevitabilmente le manette e l’uomo è stato trasportato immediatamente in questura.

A seguito di un accertamento di routine del test alcolemico, l’uomo è risultato essere anche in uno stato di ebbrezza. Le denunce a suo carico sono di guida in stato di ebbrezza e resistenza a pubblico ufficiale. Denunce molto gravi, cui sicuramente risponderà in sede processuale, con l’ausilio di un avvocato.

Non sono mancate all’appello anche sanzioni di natura amministrativa, con una multa salatissima di ben 5.000 euro, ritiro della patente, possibilità di fare richiesta a partecipare a un nuovo esame tra tre anni e sequestro dell’auto in questione. Molto probabilmente, la prossima volta ci ripenserà due volte prima di mettersi alla guida ubriaco. Nonostante le pene si siano inasprite molto, nell’ultimo periodo sono sempre di più i guidatori che salgono a bordo della propria vettura in condizioni non lucide per guidare.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Carmine Solmonese

Carmine Solmonese - Ultimamente si vedono sempre più guidatori che, sprezzanti del pericolo e delle regole, si mettono alla guida in stato di alterazione psichica e dei riflessi. Oltre a rischiare del punto di vista amministrativo, queste persone rischiano la propria vita e quella degli altri, e questo dovrebbe essere chiaro ed evidente a tutti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!