Iscriviti

Bolzano, azienda sanitaria alto-atesina offre salsicce gratis a chi si vaccina contro il Covid-19

L'iniziativa è stata lanciata dall'Azienda sanitaria dell'Alto Adige in occasione della prossima tappa del Vaxbus che si terrà l'8 ottobre. Il mezzo in cui ci si potrà sottoporre volontariamente alla vaccinazione si fermerà vicino ad un birrificio.

Cronaca
Pubblicato il 6 ottobre 2021, alle ore 11:19

Mi piace
0
0
Bolzano, azienda sanitaria alto-atesina offre salsicce gratis a chi si vaccina contro il Covid-19

La vaccinazione contro il Covid-19 è molto importante, forse l’unica arma che abbiamo oggi per poter uscire al più presto dalla pandemia che ha sconvolto le nostre vite da due anni a questa parte. Nonostante tutto c’è chi ancora è restio a sottoporsi alla somministrazione del siero, per cui, in tutto il nostro Paese, si moltiplicano le iniziative per incentivare la gente a vaccinarsi. Tra l’altro dal 15 ottobre per recarsi in qualsiasi posto di lavoro occorrerà essere muniti del Green Pass.

L’azienda sanitaria dell’Alto Adige ha studiato una iniziativa singolare: offrire salsicce a chi deciderà di sottoporsi alla vaccinazione contro il coronavirus Sars-CoV-2. Il prossimo 8 ottobre è prevista infatti un’altra tappa del Vaxbus. Il mezzo si fermerà davanti al birrificio Forst di Foresta/Lagundo, vicino Merano: qui le persone che non lo hanno ancora fatto, potranno ricevere il siero senza bisogno di prenotazione, sul momento insomma. 

Il programma

Tra l’altro l’iniziativa cade proprio nei giorni dell’Oktoberfest, la storica kermesse dedicata alla birra, ormai divenuta famosa non solo in Germania ma nel resto d’Europa. Il programma dell’iniziativa dell’azienda sanitaria dell’Alto Adige è molto ricco: chi si vaccinerà riceverà la Weißwurst, ovvero la tipica salsiccia bianca dell’Oktoberfest e una birra analcolica, nonchè una fetta di Brezen, tipico pane della tradizione bavarese. 

“Non è solo il decreto Draghi che prevede la vaccinazione per tutti i lavoratori a partire dal 15 ottobre, che dovrebbe spingere i non vaccinati a sottoporsi al vaccino e proteggersi: la variante delta, attualmente dilagante, contagia soprattutto i giovani, che spesso peggiorano rapidamente. Non è un caso che tutte le pazienti e tutti i pazienti attualmente ricoverati in terapia intensiva con Covid non siano vaccinati” – questa la nota dell’azienda sanitaria alto atesina. 

L’iniziativa che si terrà vicino Merano segue di pari passo quella organizzata a Aue-Bad Schlema, cittadina della Sassonia in Germania, dove un paio di mesi addietro le autorità locali hanno incentivato la vaccinazione proponendo il Bratwurst, ovvero la salsiccia arrostita, a chi decideva di sottoporsi volontariamente alla vaccinazione. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Quella studiata dall'Azienda sanitaria dell'Alto-Adige è una importante iniziativa. Vaccinarsi contro il Covid-19 è necessario per poter uscire al più presto dall'emergenza sanitaria e tornare alla normalità. Se queste iniziative servono ad aumentare il numero di persone immunizzate contro questa brutta malattia ben venga. Bisogna fare di tutto per convincere le persone restie.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!