Iscriviti
Palermo

Bimba di 10 anni deceduta a scuola dopo un malore: il dramma sotto gli occhi degli insegnanti

L'episodio si è verificato presso la scuola media Vittorio Emanuele Orlando di Palermo oggi 25 novembre. Per la piccola, che avrebbe avuto un malore, non c'è stato nulla da fare.

Cronaca
Pubblicato il 25 novembre 2020, alle ore 20:10

Mi piace
3
0
Bimba di 10 anni deceduta a scuola dopo un malore: il dramma sotto gli occhi degli insegnanti

Una tragedia si è verificata a Palermo oggi 25 novembre, dove una bambina di soli 10 anni è deceduta in seguito ad un malore avuto mentre si stava preparando per l’ora di ginnastica insieme ai suoi compagni di classe. L’episodio si è verificato presso la scuola media Vittorio Emanuele Orlando intorno alle ore 13:00.

Secondo quanto emerge dalla ricostruzione operata dagli inquirenti la bimba sarebbe caduta a terra dopo essersi sentita poco bene. Il medico legale, intervenuto sul luogo del fatto di cronaca, ha stabilito il decesso per cause naturali per cui il corpicino della piccola è stato restituito ai suoi famigliari per poter svolgere i funerali.

Domani lezioni sospese nella scuola

La dirigente scolastica ha seguito con apprensione la vicenda e a Palermo Today ha dichiarato queste testuali parole. “Che si scriva che la ragazzina è caduta in palestra sbattendo la testa non risponde al vero”. Intanto domani 26 novembre l’istituto scolastico resterà chiuso in segno di lutto, per cui saranno sospese le lezioni. Nei momenti immediatamente successivi al dramma sono stati proprio gli insegnanti presenti a chiamare i soccorsi e a praticare le prime manovre di rianimazione. Sul posto è giunta un’ambulanza del 118: i sanitari hanno tentato di salvare in ogni modo possibile la piccola creatura. I carabinieri della stazione di San Lorenzo hanno invece eseguito i rilievi del caso. Secondo quanto riferisce il quotidiano La Stampa, sulla home page del sito web della scuola è apparsa una scritta a caratteri cubitali che ricorda il nome della bambina di 10 anni venuta a mancare questa mattina proprio tra le mura scolastiche. Per motivi di privacy preferiamo non rendere note le generalità della vittima.

Il cordoglio del ministro Lucia Azzolina

Sulla vicenda sono intervenute anche le istituzioni nazionali, come il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, che ha espresso cordoglio alla famiglia della bimba per quanto accaduto. Il Governo ha già avviato tutti gli accertamenti tecnici del caso. Anche il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, si è detto molto dispiaciuto per il decesso della bambina, affermando che si tratta di una “tragedia immane”. La bimba pare non soffrisse di nessuna patologia, e proprio alla luce di questi elementi emersi nel corso dell’attività investigativa la Procura non ha ritenuto necessario effettuare l’esame autoptico.

Indagini in corso

Come già detto in apertura, adesso saranno le indagini degli investigatori a stabilire che cosa sia realmente accaduto all’interno del plesso scolastico Vittorio Emanuele Orlando di Palermo. La notizia del decesso della bimba si è sparsa in breve tempo in tutto il capoluogo siciliano, destando sgomento tra gli abitanti. La dirigente scolastica è stata intervistata da Palermo Today davanti alla scuola: la donna ha riferito che, quando si illustrano tali episodi, bisogna riportare esclusivamente quanto si conosce.

Il quotidiano torinese La Stampa riferisce che la bimba sarebbe stata vista a terra dai compagni di classe mentre era in preda a delle convulsioni. Anche in questo caso il condizionale resta d’obbligo. La scuola dove è avvenuto il dramma si trova in via Lussemburgo. Sicuramente nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni, si potranno conoscere ulteriori dettagli su questa triste vicenda che ha colpito Palermo. Si attendono quindi ulteriori riscontri investigativi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Una tragedia veramente assurda quella accaduta a Palermo. Saranno le indagini adesso a stabilire che cosa sia successo alla bambina. Uno strazio sia per i genitori che per l'intero personale scolastico. Sul caso non ci resta che attendere ulteriori riscontri investigativi. Resta il dolore per una perdita così prematura, che ha lasciato tutti senza parole.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!