Iscriviti

Bergamo, aggredito e ucciso nel cortile di casa Franco Colleoni: è stato ex segretario della Lega

Il delitto nel primo pomeriggio di oggi 2 dicembre, la vittima è stata aggredita da due sconosciuti nella sua proprietà dinanzi al ristorante "Il Carroccio", che gestiva insieme alla sua famiglia. Il dramma a Dalmine, in via Sertorio.

Cronaca
Pubblicato il 2 gennaio 2021, alle ore 18:29

Mi piace
1
0
Bergamo, aggredito e ucciso nel cortile di casa Franco Colleoni: è stato ex segretario della Lega

Il 68enne Franco Colleoni, ex segretario della Lega, è stato ucciso nel primo pomeriggio di oggi 2 dicembre a Dalmine, in provincia di Bergamo. Secondo quanto riferiscono i media locali, in particolare l’agenzia Ansa, l’uomo è stato raggiunto e aggredito da due sconosciuti all’interno del cortile di casa, lì dove si trova anche il suo ristorante “Il Carroccio”. L’uomo è stato preso alla sprovvista dai killer e colpito in testa è deceduto praticamente sul colpo. L’abitazione del 68enne si trova alla periferia di Dalmine. Sul luogo del fatto di cronaca sono intervenuti i carabinieri della vicina stazione di Treviglio, a cui adesso sono state affidate le indagini.

Immediatamente sono stati chiamati anche i soccorsi, questo nel disperato tentativo di salvare la vita al ristoratore. Al loro arrivo, però, i sanitari del 118 non hanno potuto constare altro se non il decesso dell’uomo. Grande sconcerto nella piccola Dalmine, dove il 68enne era molto conosciuto anche per la sua importante carriera politica. Non è dato sapere con cosa l’uomo sia stato colpito alla testa, ma questi particolari saranno chiariti nelle prossime ore. 

Indagini proseguono nello stretto riserbo

Vista la delicatezza dell’accaduto le indagini sull’omicidio di Colleoni proseguono nel più stretto riserbo. Tra gli anni ’80 e ’90 ha cominciato a militare nella Lega, partito politico oggi guidato da Matteo Salvini. Fino al 2004 ne era stato anche segretario e ha ricoperto l’incarico di assessore nella Giunta del presidente della Provincia Giovanni Cappelluzzo. Da diverso tempo ormai Colleoni aveva aperto il suo ristorante, che era molto rinomato sia nella zona di Dalmine che nella bergamasca in generale. 

Quando è stato trovato per terra l’uomo mostrava evidenti ferite alla testa, e per questo si sta cercando di capire con che cosa sia stato colpito. Si è trattato di una azione fulminea. Non è escluso che i carabinieri provvederanno ad acquisire eventuali filmati ripresi dalle telecamere della zona, che potrebbero aver immortalato il momento dell’azione delittuosa. Forse a colpirlo sono state due o più persone, ma anche su questo particolari si cercherà di stabilire come siano andati i fatti. 

La notizia del dramma ha colpito profondamente la cittadina di Dalmine e l’accaduto è rimbalzato subito in tutta Italia grazie ai telegiornali. L’abitazione di Franco Colleoni si trova in via Sertorio, alla periferia della cittadina bergamasca. Sul caso, quindi, non resta che attendere ulteriori riscontri da parte degli investigatori. Gli autori del crimine potrebbe comunque avere le ore contate.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Una notizia davvero triste quella che giunge da Bergamo, dove il ristoratore ed ex politico Franco Colleoni, 68 ani, è stato ucciso nel cortile della sua proprietà, sede anche del ristorante "Il Carroccio". Quali siano i motivi dell'aggressione non è ancora chiaro, ma saranno i carabinieri a fare chiarezza su quanto accaduto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!