Iscriviti

Avola, donna accoltellata davanti a casa da 19enne

Ha aperto al suo assassino, finendo morta accoltellata davanti alla porta della sua abitazione. Il colpevole sembrerebbe stato già identificato e attualmente in fuga.

Cronaca
Pubblicato il 27 settembre 2018, alle ore 14:28

Mi piace
2
0
Avola, donna accoltellata davanti a casa da 19enne

Erano appena passate le 7.30 di questa mattina quando nell’abitazione di Loredana ad Avola, in provincia di Siracusa, è suonato il campanello della porta d’entrata. Il terribile fatto è durato qualche secondo, e la moglie e madre di una ragazza 19enne ha perso la vita di fronte a casa sua.

Secondo quanto è stato riportato, si saprebbe già il volto dell’assassino e sarebbe tutt’ora ricercato dalla Polizia poichè in fuga.

Le indagini in corso

Loredana Lo Piano aveva solo 47 anni, e a togliere la sua vita sembrerebbe essere stato un 19enne coetaneo della figlia, che in quel momento era ancora in casa con la madre. Da quanto si apprendere dalle ricostruzioni dei fatti, è stata proprio la ragazza a chiamare i soccorsi e a denunciare l’omicidio, poichè l’unica rimasta all’interno dell’abitazione essendo il padre già partito per il lavoro.

Non si sanno ancora in modo certo le cause che hanno spinto il 19enne a compiere questo folle gesto. Si tratta di un giovane conosciuto dalla famiglia, forse proprio un amico o un ragazzo che i genitori non volevano che la figlia frequentasse, e da qui la vendetta del giovane assassino contro Loredana. Sembrerebbe proprio quest’ultima l’ipotesi che gli inquirenti stanno seguendo, la cosa certa è che la Poliza è già sulle tracce del ragazzo tutt’ora in fuga dopo l’orribile omicidio.

I soccorsi, seppur arrivati in modo tempestivo, hanno tentato di rianimare la donna, ma Loredana era già senza vita a causa delle ferite troppo gravi riportate da quella lama mortale che l’assassino non ha esitato ad utilizzare sul suo corpo.

Una tragedia che ha lasciato senza parole non solo l’intera Avola, ma anche quella famiglia che si è vista rubare la vita di una madre e di una donna, con l’unica colpa quella di aver voluto proteggere la figlia da quella che sapeva essere una brutta compagnia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Più i giorni passano e più si sentono notizie di giovanissimi che tolgono la vita ad altre persone. Giovanissimi che non arrivano neanche ai 20 anni, e molti neanche alla maggiore età, con tra le mani un'arma che toglie la vita a qualcuno. Penso che questa cosa sia davvero terribile.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!