Iscriviti
Bologna

Arrivano le e-bike per i carabinieri nei parchi nazionali

Le forze dell'ordine impegnate nei parchi nazionali possono contare sulle e-bike, ovvero biciclette elettriche dotate di ogni comfort per ridurre l'impatto ambientale.

Cronaca
Pubblicato il 26 aprile 2021, alle ore 11:12

Mi piace
3
0
Arrivano le e-bike per i carabinieri nei parchi nazionali

Per ridurre i consumi e l’impatto ambientale, sono tantissime le alternative che si possono usare in modo da rispettare l’ambiente. Dalla riduzione di plastica sino al minor consumo di fast fashion, sono tutti metodi utili per frenare l’impatto che le azioni di ognuno hanno sulla natura e l’ambiente in generale. Per questa ragione, le e-bike affidate ai Carabinieri nei parchi nazionali possono essere una idea di notevole impatto e aiuto. 

Per potersi muovere in modo rapido e veloce, e soprattutto senza inquinare, sono state fornite alle forze dell’ordine delle biciclette elettriche, le cosiddette e-bike. Gli operatori dell’Arma non lavorano, soltanto in strada a sgominare furti e denunce, ma anche nei parchi nazionali per tutelare la biodiversità e, proprio a loro, sono state fornite circa 60 trekking bike.

Il Ministero della Transizione ecologica ha finanziato e fornito loro questo metodo alternativo che, non sostituisce la bicicletta classica già in uso, ma è semplicemente un altro metodo rapido e meno a impatto ambientale. Questi mezzi di locomozione, ovvero le e-bike, sono provviste di un motore che si alimenta in base agli ioni di litio da circa 630 watt e va ad aggiungersi alle mountain bike che già utilizzano quando devono percorrere sterrati o terreni incidentati. 

Le e-bike permettono di ridurre i tempi di frequenza a piedi e, inoltre, sono adatte a sentieri accidentati, oltre a svilupparsi all’interno di aree protette. Si basano su cinque livelli di assistenza alla pedalata e hanno una batteria con cui è possibile effettuare lunghe distanze. Sono un metodo, non solo efficiente, ma anche molto economico, rispetto ad altre pattuglie a cavallo. 

Le e-bike dal nome Trail Ultra sono nate, a seguito di un progetto, tra l‘Arma stessa e prodotto dalla Fabbrica Italiana Veicoli Elettrici in uno stabilimento di Bologna che è autonomo per quanto riguarda l’energia. Sono dotate di un telaio in alluminio, forcella anteriore, i pneumatici dall’impronta larga, la frenata a disco, oltre a un display LCD che è integrato sul manubrio in modo da valutare i vari parametri.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Sicuramente l'idea delle e-bike è sicuramente ottimale, non solo per la velocità che questo mezzo comporta, ma anche per la riduzione dell'impatto sull'ambiente. Si tratta di un metodo rapido e meno inquinante rispetto alle classiche mountain bike. Un ulteriore passo verso il rispetto dell'ambiente e anche un modo per fare meno fatica quando si percorrono determinati sentieri.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!