Iscriviti

Arrestata per una borsa di troppo. “Arrestata e picchiata in aeroporto”

Una donna è stata arrestata in aeroporto per non essere riuscita a trovare posto per la sua borsa in valigia. In corso le verifiche da parte dell'azienda

Cronaca
Pubblicato il 11 settembre 2014, alle ore 11:46

Mi piace
0
0
Arrestata per una borsa di troppo. “Arrestata e picchiata in aeroporto”

Una donna è stata arrestata per una borsa di troppo in aeroporto e trattata esattamente come una criminale.

È questo la terribile disavventura capitata all’italiana Luciana Bisignani, 48 anni di Pederobba in provincia di Treviso. La donna domenica sera si trovava in aeroporto a Ginevra, dove avrebbe dovuto prendere il volo per Venezia per tornare a casa dopo una stagione di lavoro presso un ristorante di Chamonix, in Francia.

La donna aveva regolarmente prenotato il suo volo con la compagnia Easy jet ed aveva già fatto il check-in quando in pochi istanti è stata spogliata, ammanettata e rinchiusa in cella per quasi due ore. La sua colpa? Non essere riuscita a mettere la sua borsa all’interno di un’altra valigia. “Trattata come una delinquente, ammanettata e portata in cella, solo per non essere riuscita a mettere la mia borsetta dentro un’altra valigia” ha dichiarato la donna in stato di shock dopo quello che è successo.

“Uno steward mi ha strappato la carta d’identità, gli agenti mi hanno gettata a terra, messo le manette, trascinata per caricarmi in auto e poi chiusa in cella” ha raccontato la donna. La scarcerazione arriva dopo due ore, intorno alle 21, senza che la donna riceva scuse da parte di qualche esponente della compagnia.

La donna ha, quindi, dovuto passare la notte in aeroporto, acquistare un altro biglietto ed aspettare di salire su un volo e tornare finalmente a casa. Tirata in causa la EasyJet ha dichiarato “Faremo tutte le verifiche”.

Nelle prossime ore, quindi, potrebbero arrivare novità circa questo evento tanto singolare, ma rimane inaccettabile che una donna venga tratta alla stregua di una criminale e costretta a due ore di carcere solo per non essere riuscita a trovare posto in valigia per la sua borsa. Nelle prossime ore, quindi, potrebbero emergere particolari importanti che spieghino le motivazioni degli addetti ai lavori della EasyJet.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!