Iscriviti
Torino

Arrestata maestra di Susa: minacce e botte ai bambini della scuola materna

L' insegnante 59enne responsabile di questi atti brutali è finita agli arresti domiciliari. Viene accusata di averli ripetutamente colpiti e minacciati

Cronaca
Pubblicato il 16 gennaio 2018, alle ore 12:30

Mi piace
1
0
Arrestata maestra di Susa: minacce e botte ai bambini della scuola materna

Questa mattina una maestra di 59 anni di una scuola dell’infanzia di Susa, in provincia di Torino, è stata arrestata dai Carabinieri dopo essere stata accusata di maltrattamenti nei confronti dei propri alunni. Le indagini delle forze dell’ordine hanno infatti accertato che l’insegnante ha, in alcune circostanze,  offeso, strattonato, minacciato e colpito alcuni dei bambini posti sotto la sua supervisione, senza comunque procurare loro lesioni.

L’indagine, partita in seguito alla denuncia di una operatrice scolastica, si riferisce al periodo tra ottobre e dicembre dello scorso anno. L’intervento dei carabinieri è stato autorizzato solo in seguito all’accertamento delle violazioni contestate all’insegnante.

Susa: l’insegnante è agli arresti domiciliari

La maestra si trova adesso agli arresti domiciliari. Le indagini effettuate hanno infatti permesso ai carabinieri di raccogliere “convergenti e sufficienti indizi di colpevolezza” tali da far emettere al pubblico ministero Mario Bendoni, della procura di Torino, l’ordinanza applicativa della misura cautelare nei confronti della diretta interessata.

Occorre ricordare come le indagini dei carabinieri di Susa siano partite dalla denuncia di una collaboratrice scolastica, la quale ha rivelato agli inquirenti come molti bimbi della scuola statale materna di Susa, subissero moltissime angherie e violenze da parte della propria maestra.

I militari hanno quindi accertato  che l’insegnante in questione a più riprese ha offeso, strattonato e addirittura colpito alcuni bambini, senza fortunatamente procurare loro lesioni.”Non fare la scema e smettila di frignare“, esclama rivolgendosi a una delle bambine della scuola di Susa.

E ancora: “Vi taglio in due come una mela“, poi una serie di insulti e botte a ripetizione. Sono questi i riprovevoli metodi educativi della maestra, che adesso è finita in manette nella provincia di Torino con l’accusa di maltrattamenti e lesioni nei confronti dei suoi alunni, ripresa grazie all’ausilio di una telecamera nascosta  proprio mentre si accaniva su bambini di appena 4 o 5 anni.

Cosa ne pensa l’autore
Luca Santini

Luca Santini - Questo genere di episodi fanno veramente rabbrividire. Risulta davvero impossibile da capire come sia possibile accanirsi in questo modo nei confronti di bambini innocenti. Purtroppo, la cronaca ci riporta periodicamente fatti come questo. La speranza è che i provvedimenti che la magistratura prenderà nei confronti dell'insegnante siano particolarmente rigorosi. La tutela dei bambini italiani negli istituti dell'infanzia è una questione di vitale importanza per tutte le famiglie e per la collettività in generale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!