Iscriviti

Antonino Sciuto si è suicidato: era ricercato per l’omicidio dell’ex Vanessa Zappalà

Antonino Sciuto, ricercato per l'omicidio dell'ex fidanzata Vanessa Zappalà, è stato trovato morto impiccato in un casolare nelle campagne di Trecastagni.

Cronaca
Pubblicato il 23 agosto 2021, alle ore 17:32

Mi piace
0
0
Antonino Sciuto si è suicidato: era ricercato per l’omicidio dell’ex Vanessa Zappalà

Antonino Sciuto, 38 anni, venditore d’auto a San Giovanni La Punta, sospettato di aver ucciso nella serata di ieri, domenica 22 agosto, l’ex fidanzata, la 26enne Vanessa Zappalà, è stato trovato morto. 

L’uomo avrebbe sparato la vittima alla testa e ferito di striscio un’amica della stessa ad Aci Trezza, nella provincia di Catania. L’identità di Sciuto era stata resa nota dagli stessi militari nella mattinata del 23 agosto,tramite la diffusione di due foto dello stesso, una con barba corta e l’altra con barba lunga, per favorire la sua cattura attraverso segnalazioni al 112. 

Il ritrovamento del corpo di Sciuto

I carabinieri hanno trovato Sciuto, senza vita, impiccato, in un casolare nelle campagne di Trecastagni, dopo aver individuato la sua auto posteggiata nelle vicinanze. Tutte le operazioni sono coordinate e autorizzate dalla Procura distrettuale di Catania. Subito dopo aver commesso il femminicidio, il 38enne si era dato alla fuga e sono scattate immediatamete le ricerche. 

Secondo le ricostruzioni, Vanessa passeggiava sul lungomare della frazione Marinara con degli amici e forse stava rientrando a casa. Sono stati proprio gli amici ad allertare i soccorsi e a indicare in Sciuto il presunto autore del delitto. Sciuto era stato denunciato già per stalking dall’ex fidanzata. 

La loro storia era terminata e da allora lui non si dava pace, ma Vanessa, messa in guardia dalle amiche, le tranquillizzava, dicendo che era solo geloso. Per quel reato, la Procura di Catania aveva chiesto e ottenuto dal Gip che l’uomo fosse messo agli arresti domiciliari. Il gip lo aveva poi liberato, imponendogli il divieto di avvicinamento. Ma nonostante ciò, la sua furia è continuata, sino a impugnare, ieri sera, una pistola e sparare alla ex fidanzata, per poi prendere la sua auto, una Fiat 500, e dirigersi verso il fondo agricolo Trecastagni, nel Catanese, dove si è impiccato. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Femminicida e poi suicida. Questa la fine di un uomo che, diversamente, sarebbe stato condannato col carcere a vita. Sicuramente nelle prossime ore emergeranno ulteriori dettagli riguardo a questa terribile pagina di cronaca nera. Nel frattempo, mi stringo attorno al dolore dei familiari di Vanessa, strappata alla sua giovane vita in una sera qualunque, mentre era tra amici e rientrava a casa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!