Iscriviti

Ancona, finisce nel fossato e chiede aiuto, ma l’autista del carroattrezzi è ubriaco

Ad Ancona, nel weekend passato, un ragazzo è finito nel fossato con la propria vettura. Ha richiesto l'intervento di un carroattrezzi il cui autista si è presentato totalmente ubriaco a soccorrerlo.

Cronaca
Pubblicato il 6 novembre 2019, alle ore 17:57

Mi piace
4
0
Ancona, finisce nel fossato e chiede aiuto, ma l’autista del carroattrezzi è ubriaco

Quello che è successo nelle Marche, lo scorso weekend ,ha qualcosa di veramente insolito. Nella sera di domenica 3 novembre, in prossimità del Vallone di Offagna, dunque al confine tra le città di Agugliano ed Ancona, è avvenuto un fatto alquanto buffo. Un ragazzo di 19 anni si è trovato costretto ad avvertire il soccorso stradale in seguito ad un incidente con la propria vettura poichè, per una sua disattenzione, il giovane è finito nel fossato con la sua Fiat Punto.

Il ragazzo, per recuperare l’auto, incastrata in un piccolo fosso, ha pensato di avvertire il carroattrezzi per risolvere l’imprevisto. In seguito alla chiamata ricevuta, è sopraggiunto sul luogo dell’incidente un cinquantunenne di Ancona.

L’incidentato, però, non si sarebbe aspettato nulla di ciò che è successo; infatti, nel momento dell’incontro fra il giovane e il suo soccorritore -sopraggiunto in carroattrezzi – è nato un diverbio dai toni molto accesi.

Visto il comportamento molto aggressivo del cinquantunenne, il giovane si è visto costretto ad allertare le forze dell’ordine che si sono subito recate sul luogo dell’incidente. Ma i carabinieri del Norm di Ancona si sono immediatamente resi conto che l’autista era in evidente stato di ebbrezza. Non ci è voluto molto dunque per capire chi tra i due, l’incidentato ed il soccorritore, la persona che andava sottoposta ad un più accurato accertamento mediante l’etilometro era l’autista del carroattrezzi, che si presentava in evidente alterazione psicofisica.

L’intuito delle forze dell’ordine si è rivelato corretto, considerando il fatto che il risultato dell’alcol test era di molto oltre la soglia consentita di 0.5 grammo/litro. I valori comparsi nel display erano di quattro volte  e mezzo superiori, il tasso alcolemico dell’autista del carroattrezzi era pari a 2.27 g/l. I carabinieri hanno quindi denunciato l’uomo e provveduto al ritiro della patente per la violazione dell’articolo 187 del codice della strada.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giacomo Ligi

Giacomo Ligi - Penso che le forze dell'ordine siano state molto attente nello svolgimento del loro lavoro. Non è ammissibile essere ubriachi in orario lavorativo, tantomeno se con il proprio lavoro si può mettere a repentaglio la vita di altre persone. L'autista aggressivo avrà ora modo di riflettere sui suoi errori commessi. Forse la vicenda gli servirà da esperienza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!