Iscriviti

Ancona, arrestata coppia di 20enni: ipnotizzavano i cassieri per farsi dare i soldi

Con l'ipnosi riuscivano a farsi dare l'incasso della giornata senza destare sospetti. In manette una coppia di 20enni con origini straniere, a tradirli la loro macchina.

Cronaca
Pubblicato il 26 dicembre 2018, alle ore 09:17

Mi piace
2
0
Ancona, arrestata coppia di 20enni: ipnotizzavano i cassieri per farsi dare i soldi

Una storia che ricorda la trama di un film, eppure i due ragazzi finiti in manette riuscivano davvero ad ipnotizzare i cassieri di vari negozi, facendosi così consegnare i soldi senza che nessuno facesse scattare l’allarme. Si tratta di due giovanissimi, appena 20enni, di origini straniere.

I colpi messi a segno sono stati davvero numerosi ed in varie città italiane; ora però i responsabili sono stati catturati. L’ultimo colpo messo a segno risale all’11 luglio scorso in un panificio di Numana, in provincia di Ancona.

L’arresto

A far scattare l’allarme sono stati i Carabinieri di Numana, che hanno denunciato a piede libero per concorso in rapina i due malfattori. La coppia di ladri è composta da un pakistano di 20 anni e da una ragazza iraniana, coetanea.

Dopo la denuncia, i Carabinieri sono riusciti a trovare la coppia di ladri grazie all’automobile utilizzata per scappare durante la rapina al panificio di Numana. I militari, infatti, erano a conoscenza dell’Alfa Romeo 159 con targa francese che era in possesso dei due malfattori, ed una volta rintracciato il veicolo si è potuto procedere con l’arresto.

Nonostate l’ipnosi al momento della rapina, le vittime presenti nel panificio della provincia di Ancona sono riusciti a identificare i malfattori tramite fotografia e a confermare l’identità dei due ladri.

Oltre alla rapida del luglio scorso, si ipotizza che la coppia abbia agito con la stessa tecnica anche a Ferrara, Teramo, Seravezza (Lucca) e Montesilvano (Pesaro Urbino). Ora si indaga per scoprire se i due malfattori hanno compiuto ulteriori furti ancora sconosciuti agli inquirenti del caso.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Davvero una storia incredibile quella di questi due malfattori. Ormai si inventano qualsiasi cosa per riuscire a compiere atti del genere. Penso che l'ipnosi sia tra le cose più pericolose perchè si agisce inconsapevolmente. Grande lavoro dei Carabinieri.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!