Iscriviti

Ancona, 72enne si toglie la vita al cimitero davanti alle tombe dei genitori

Una donna di 72 anni è stata trovata priva di vita presso il cimitero di Senigallia in provincia di Ancona. Il corpo era davanti alle tombe dei genitori morti da più di 20 anni.

Cronaca
Pubblicato il 31 marzo 2019, alle ore 09:25

Mi piace
2
0
Ancona, 72enne si toglie la vita al cimitero davanti alle tombe dei genitori

Un autentico dramma quello che si è consumato nel pomeriggio della giornata di ieri, sabato 30 marzo, presso il cimitero comunale delle Grazie a Senigallia. All’interno del campo santo è stato ritrovato il corpo ormai già privo di vita di una donna di 72 anni. Secondo la polizia non ci sarebbe alcun dubbio sul fatto che si tratti di suicidio.

A scoprire il cadavere è stata una signora che si era recata in cimitero; qui ha notato il corpo della 72enne appeso ad una scala di metallo di fronte ad alcune tombe. La donna ha chiamato prima il custode e successivamente i soccorsi che hanno tentato le manovre di rianimazione sul corpo della vittima, per poi constatarne il decesso.

Il suicidio

Erano circa le 16 di pomeriggio di sabato 30 marzo, quando una signora, recatasi al cimitero ha trovato il corpo della 72enne.

Secondo la Polizia giunta sul posto in un secondo momento, non ci sarebbe alcun dubbio sul fatto che si tratti di suicidio. La donna infatti, avrebbe deciso di togliersi la vita impiccandosi ad una scala di metallo posta di fronte alle tombe dei genitori morti da ormai 20 anni.
La vittima, infatti, era solita recarsi al cimitero per far visita ai parenti defunti, in particolare alla madre e al padre. I soccorsi, giunti sul posto, hanno tentato di rianimarla prima di diachiararne il decesso.

Sono ancora sconosciute le cause del gesto. Chi conosceva la 72enne ha affermato che si trattava di una signora normale che non ha mai lasciato trasparire qualche dolore o preoccupazione. Nessuno avrebbe mai immaginato che la donna sarebbe arrivata a compiere un gesto tanto disperato quanto estremo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Per arrivare a compiere un gesto tanto estremo, il dolore provato da questa signora dev'essere stato davvero enorme ed inspiegabile. Alla famiglia della donna e a tutti coloro che stanno soffrendo per questa perdita, vanno le nostre più sentite condoglianze e la nostra vicinanza, con la speranza che ora possa rimanere in pace al fianco dei genitori che ha tanto amato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!