Iscriviti

Anche la filatelia fa i conti con il coronavirus, tra conferme e modifiche

Anche il mondo dei francobolli segue con apprensione quello che sta succedendo in seno a molte località colpite dal coronavirus, questo naturalmente non può non avere alcune conseguenze.

Cronaca
Pubblicato il 27 febbraio 2020, alle ore 20:54

Mi piace
6
0
Anche la filatelia fa i conti con il coronavirus, tra conferme e modifiche

Come da programma stilato a cura del ministero dello Sviluppo Economico, competente per le decisioni in merito ai francobolli italiani, domani, 28 febbraio, uscirà regolarmente il dentello che intende omaggiare i trenta anni di Telethon.

Sarà un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Senso civico”, dedicato alla Fondazione che a fine anno realizza la famosissima maratona televisiva ma che, durante il resto dei mesi, è comunque sempre impegnata nella cura e la ricerca. Il costo sarà come sempre quello “base” di 1,10 euro corrispondente alla tariffa B (primo porto fino a 20 grammi per l’interno).

Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato con bozzetto a cura del Centro Filatelico della Direzione Operativa dello stesso istituto, riproducente il logo della Fondazione Telethon seguito dal logo dedicato al 30° anniversario

La composizione del foglio lo vede in pezzi da quarantacinque esemplari per una tiratura decisamente bassa, di soli trecentomila pezzi complessivi. Naturalmente, Poste Italiane curerà la realizzazione dei prodotti correlati come il timbro del primo giorno di emissione e del bollettino che ne spiega la celebrazione. Prodotti che dovrebbero trovarsi più o meno in tutti i principali sportelli filatelici.

Le emissioni però saranno probabilmente le uniche attività previste (dovrebbero essere tre) nel prossimo mese per i collezionisti, visto che una nota diffusa da Poste Italiane ha al momento sospeso le attività dei servizi temporanei richiesti in questo lasso di tempo in tutto il territorio (anche di annulli già pronti per essere usati) fino a nuova comunicazione.

Allo stesso modo, l’Ente di Viale Europa ha annunciato pure la sospensione della trentatreesima edizione di Milanofil, il grande evento che organizza in prima persona assieme alla Federazione fra le Società Filateliche. La data fissata era quella del 27 e 28 marzo e non è dato sapere al momento se verrà recuperata o se sarà un “arrivederci” all’anno prossimo. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Triolo

Antonio Triolo - Anche nella filatelia e nel collezionismo in generale, gli effetti del coronavirus non possono non pesare nelle manifestazioni che sono state programmate in questo mese. Sperando si possa tornare presto alla normalità della vita di tutti i giorni, va bene - secondo me - sospendere alcune delle attività soprattutto là dove il pericolo sia più accentuato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!