Iscriviti

Alto Adige, tornano autocertificazione e coprifuoco: i 20 Comuni interessati

In Alto Adige, dato l'incremento dei casi di Covid negli ultimi giorni, tornano autocertificazione e coprifuoco in 20 Comuni che sono più a rischio. Scopriamo quali.

Cronaca
Pubblicato il 24 novembre 2021, alle ore 21:26

Mi piace
0
0
Alto Adige, tornano autocertificazione e coprifuoco: i 20 Comuni interessati

Il forte aumento dei casi di Coronavirus registratosi in questi ultimi giorni, sta portando i comuni che versano in situazioni di maggiore criticità, ad adottare misure anti-Covid più ferree. 

E’ quanto sta accadendo in 20 Comuni dell’Alto Adige, ritenuti maggiormente a rischio, in base a 3 parametri individuati dall’azienda sanitaria. I 3 parametri in questione sono: incidenza settimanale superiore a 800 casi ogni 100 mila abitanti, copertura vaccinale inferiore al 70% dei residenti, numero di soggetti positivi al Covid superiore alle 5 unità.

I 20 Comuni interessati da misure aggiuntive

I 20 Comuni interessati da misure aggiuntive, oltre a quelle già in vigore non incompatibili sono: Rodengo, San Pancrazio, Caines, Vandoies, Ultimo, Martello, Castelbello-Ciardes, Naz-Sciaves, Senales, Plaus, Castelrotto, Marlengo, Laion, Postal, Ortisei, Moso in Passiria, Funes, Santa Cristina Valgardena, Rasun Anterselva, Rio di Pusteria. Le misure aggiuntive verranno applicate dal 24 novembre al 7 dicembre 2021 compresi.

L’autocertificazione

Nell’ordinanza firmata dal presidente della provincia autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher, si evidenzia che per gli spostamenti consentiti tra le ore 20:00 e le ore 8:00 del giorno successivo, gli interessati hanno l’onere di comprovare la sussistenza delle situazioni che consentono lo spostamento con la presentazione di un‘autodichiarazione. 

Nell’ordinanza si specifica che è consentito svolgere attività sportive o motorie individuali all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, purchè nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 2 metri per l’attività sportiva e di almeno 1 metro per ogni altra attività e con l’obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie nell’attività motoria. L’attività sportiva o motoria non è consentita tra le ore 20:00 e le ore 5:00.

Torna il coprifuoco

Tra le 20:00 e le 5:00 del giorno successivo non sono consentiti gli spostamenti all’interno o verso l’esterno del territorio comunale, salvo comprovate esigenze lavorative, motivi di salute o situazioni di urgenza.

Il bollettino della Protezione Civile di oggi, 24 novembre

Sono 12.448 i contagi da Coronavirus in Italia oggi, 24 novembre 2021, secondo il bollettino diramato dalla Protezione Civile e i dati del Ministero della Salute. Registrati altri 85 morti. Sono stati effettuati 562.505 tamponi e il tasso positività è al 2,2%. Sono 49 gli ingressi in terapia intensiva in 24 ore, 573 i pazienti in totale (+13) in area critica. Sono 4.629 i pazienti ricoverati con sintomi (+32).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - L'aumento dei casi di Covid ha spinto, giustamente, molti comuni più a rischio, ad adottare misure più rigide per proteggersi dal virus che non sembra arrestare la sua corsa. E se per qualcuno l'autocertificazione e il coprifuoco sono una rogna, io ritengo che sia stato corretto introdurli per questo periodo, comunque limitato, di tempo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!