Iscriviti

Allarme listeria: confezioni di gorgonzola e mascarpone ritirati dal mercato

Allarme listeria per gorgonzola e mascarpone. L'azienda è svizzera, ma importa anche in Italia. Ecco il numero del lotto e la relativa data di scadenza

Cronaca
Pubblicato il 11 ottobre 2019, alle ore 13:16

Mi piace
5
0
Allarme listeria: confezioni di gorgonzola e mascarpone ritirati dal mercato

Si torna a parlare di ritiri dal mercato. Ancora una volta il rischio listeria ha costretto l’azienda a ritirare dal mercato un intero lotto di produzione legato al mascarpone e gorgonzola. Entrambi erano in vendita anche online sul sito internet leShop.ch. Il motivo è presto detto: c’è un potenziale rischio di contaminazione da batteri di listeria. 

L’azienda che li produce è svizzera e si chiama Migros ed è stata quest’ultima a pubblicare la notizia. I negozi (anche quelli fisici) che li vendevano sono stati costretti a rimuoverli dagli scaffali e hanno già provveduto ad avvertire i clienti. 

Allarme listeria in gorgonzola e mascarpone: il richiamo 

Come ci si poteva aspettare sia gli addetti alla sicurezza che l’azienda invitano i clienti che hanno comprato quel tipo di gorgonzola e mascarpone a non mangiarlo assolutamente, ma di recarsi presso il punto vendita per procedere con il rimborso. Il numero dell’articolo è 2125.830.240 con codice identificativo 03 48 CE e data di scadenza del 21/10/2019.

Le persone che non sono soggette a particolari allergie o difese immunitarie basse non sono soggette a particolari problemi. Coloro che sono immunodepressi, invece, potrebbero essere colpiti da sintomi molto gravi, che nel peggiore dei casi possono rivelarsi fatali. 

Anche le donne in gravidanza corrono gravi rischi legati al rischio di listeria. Rischiano, infatti, l’aborto mentre i bambini che portano in grembo possono essere colpiti da meningite neonatale. Nonostante il prodotto sia di origini svizzere, viene importato anche in Italia, dunque in ristoranti, pizzerie, correndo il rischio di ingerirlo senza saperlo. In vista dell’emergenza non è necessario presentare lo scontrino per procedere con il rimborso. Il batterio si chiama monocytogenes ma ne esistono di diverse forme: una di esse è definita come la più invasiva ed essendo trasportato mediante il sangue, il batterio può arrivare anche al sistema nervoso.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Mi associo a quanto detto dall'azienda e dai federali. Se per puro caso qualcuno ha acquistato un prodotto che presenta uno di quei codici riportati nell'articolo, è importante riconsegnarlo al punto vendita. Si può anche ricevere un buono da rispendere sempre nello stesso magazzino. Si tratta di un rischio, quindi può anche essere un falso allarme, però meglio non rischiare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!