Iscriviti

Alessandria, giallo del primo dell’anno: trovato cadavere in un campo

Un giallo in provincia di Alessandria, dove ad Ovada è stato rinvenuto il corpo privo di vita di un 53enne. Si pensa possa trattarsi di un omicidio: a terra le tracce di un auto.

Cronaca
Pubblicato il 2 gennaio 2019, alle ore 11:54

Mi piace
1
0
Alessandria, giallo del primo dell’anno: trovato cadavere in un campo

Dopo poche ore dal ritrovamento di un corpo in un campo ad Ovada, è arrivata la notizia ufficiale del suo riconosciuto: si tratta di Massimo Garitta, un 53enne residente in via Bisagno presso una casa popolare. Il corpo dell’uomo è stato trovato presso un campo, vicino ad una ferrovia e lungo la strada provinciale 456 che porta a Genova.

Non sembrerebbero esserci dubbi riguardo le cause della morte che non sembrano essere naturali, i carabinieri infatti parlano di omicidio. A destare molti dubbi, le tracce di pneumatici che sono state ritrovate vicino alla vittima, e che lasciano intendere ad un omicidio stradale. Secondo quanto ipotizzato al ritrovamento del corpo, il 53enne potrebbe essere stato investito, e non si esclude la possibilità che sia accaduto in modo volontario.

La segnalazione

Il corpo di Massimo Garitta è stato ritrovato presso un campo vicino ad un ferrovia, ed è stato proprio il passeggero di un treno in transito a notare la vittima e a chiamare così i vigili del fuoco per lanciare l’allarme.

Sul posto sono subito giunti i carabinieri della compagnia di Acqui Terme e del Comando provinciale di Alessandria; per eseguire le indagini sul caso, hanno raggiunto la zona del delitto anche gli specialisti della Scientifica ed il pubblico ministero, Eleonora Guerra, che ha ordinato di procedere con l‘autopsia per scoprire così le vere cause della morte del 53enne.

L’uomo abitava in una casa popolare, era disoccupato ed era seguito dai servizi di igiene mentale e da un assistente di sostegno a causa di un profilo personale complesso. Una vita non semplice per il 53enne, che ha trovato una tragica morte all’inizio dell’anno nuovo, e che secondo i carabinieri è stata provocata intenzionalmente. Ora si aspettano i risultati dell’autopsia per poter procedere con le indagini.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Una vita davvero difficile quella del 53enne che è stato ucciso brutalmente in questo modo. Sono fiduciosa che i Carabinieri trovino presto il responsabile di questo delitto, perchè paghi per quanto accaduto. La nostra vicinanza va a tutti coloro che conoscevano l'uomo e che ora stanno soffrendo per l'improvvisa perdita.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!