Iscriviti
Bologna

Al Cosmoprof, Stefano Candiani aggredito dai giocatori delle tre campanelle

Durante il Cosmoprof, il sottosegretario alla Lega Nord, Stefano Candiani, è stato aggredito dai giocatori delle tre campanelle dopo avere fatto notare a questi che il gioco in questione non fosse legale

Cronaca
Pubblicato il 18 marzo 2019, alle ore 17:19

Mi piace
2
0
Al Cosmoprof, Stefano Candiani aggredito dai giocatori delle tre campanelle

L’edizione 2019 di Cosmoprof, la popolare fiera della cosmetica che si tiene ogni anno al quartiere fieristico del capoluogo emiliano, è stata teatro di una violenta aggressione ai danni di Stefano Candiani, sottosegretario alla Lega Nord e di sua madre di 74 anni. Candiani è anche imprenditore nell’ambito del packaging per i prodotti cosmetici.

L’imprenditore ha spiegato che tutto è accaduto nel giro di pochissimo tempo. Ad un certo punto, dal nulla davanti al loro stand di famiglia è comparso un gruppetto di persone che hanno iniziato a giocare il gioco delle tre campanelle disturbando anche i visitatori dell’evento fieristico. Nel tentativo di allontanarli è stato aggredito.

L’aggressione

Quando Candiani si è reso conto di che cosa stesse accadendo davanti al proprio stand è intervenuto per interrompere quel gioco ma questi non l’hanno presa bene e hanno aggredito Stefano Candiani e la madre; quest’ultima è stata letteralmente scaraventata a terra e portata al pronto soccorso dove le è stato diagnosticato un trauma cranico con una prognosi di 10 giorni.

Il sottosegretario alla Lega Nord ha iniziato ad inseguire uno dei 5 giocatori mentre è stata avvertita la polizia che ha poi provveduto a fermarli e arrestarli. Il filmato girato amatorialmente da Candiani è stato acquisito dalla Questura di Bologna.

Due dei 5 giocatori fermati avevano dei precedenti, uno per ricettazione e uno per furto, e sono stati denunciati per violenza privata e lesioni oltre che essere stati trattenuti per la convalida di espulsione con accompagnamento; per gli altri tre è stato disposto l’ordine di allontanamento.

Il sottosegretario alla Lega Nord ha poi detto di partecipare ogni anno all’evento fieristico bolognese riguardante i prodotti cosmetici con uno stand dell’azienda di famiglia e ha concluso ringraziando le forze dell’ordine per il lavoro svolto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Betti

Federico Betti - L'episodio avvenuto in occasione della fiera Cosmoprof è molto inquietante, sia per quanto riguarda l'evento stesso sia per le conseguenze che questo ha avuto sulle persone aggredite. La speranza è, in generale, che questi episodi di tentata truffa vengano debellati definitivamente, indipendentemente dalla nazionalità di chi li mette in pratica.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!