Iscriviti

Agrigento, Scala dei Turchi imbrattata da ignoti: ripulita da decine di volontari

Ignoti hanno imbrattato con polvere da intonaco rossa la famosa Scala dei Turchi a Realmonte, in provincia di Agrigento. A seguito dell'atto vandalico, è stata aperta un’inchiesta, con acquisizione delle immagini di videosorveglianza. Stamattina decine di volontari l'hanno ripulita.

Cronaca
Pubblicato il 9 gennaio 2022, alle ore 20:21

Mi piace
1
0
Agrigento, Scala dei Turchi imbrattata da ignoti: ripulita da decine di volontari

Ignoti hanno deturpato, con ossido di ferro in polvere, la marna bianca della falesia a picco sul mare, candidata come patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Stamattina, 9 gennaio 2022, la Scala dei Turchi è stata ripulita dalle macchie rosse, grazie al lavoro di tecnici e volontari che si sono adoperati con “civismo e grande responsabilità”, per riportare la scogliera al suo splendore. 

Come sappiamo, è stato aperto un fascicolo di inchiesta a carico di ignoti per danneggiamento di beni avente valore paesaggistico. I militari, coordinati dal maggiore Marco La Rovere, hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza per dare un nome ai protagonisti della vicenda.

La Scala dei Turchi ripulita

I tecnici del Comune di Realmonte, due funzionari della Soprintendenza e numerosi volontari, al lavoro per ore, hanno aspirato la polvere, per poi ripulire l’area con l’aiuto di una idropulitrice per porre fine all’atto vandalico posto in essere tra il 7 e l’8 gennaio da ignoti che si sono arrampicati sui gradoni di roccia, imbrattando di rosso il promontorio. 

“Ripulire la Scala dei Turchi è una bella pagina della meglio gioventù siciliana”, ha detto il procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio, dopo che la scogliera è ritornata, in appena 24 ore, al suo splendore originario che l’ha resa famosa e meta ogni anno di turisti e naturalisti da ogni parte del mondo, grazie all’opera di decine di volontari che gia ieri si sono dati un gran da fare, “armati” di scope e stracci. 

La Regione Siciliana – ha spiegato il Governatore Nello Musumecisi è subito attivata, assieme al Comune, con le sue strutture sul territorio, per mettere in sicurezza e ripulire l’area danneggiata, dopo il vile atto di vandalismo di ieri. Dalla Soprintendenza e dalla Protezione civile di Agrigento ricevo messaggi rassicuranti circa il ripristino della scogliera. Il materiale rosso sversato è riconducibile a ossido di ferro in polvere e questo non ha costituito per fortuna un grosso rischio”.

 Per fortuna non ci sono stati danni permanenti, dato che sulla marna non è stata versata vernice, ma solo dell’ossido di ferro… un materiale che è stato facile rimuovere e che, probabilmente, sarebbe andato via da solo, con il tempo e l’azione di pioggia e sole.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una bellissima notizia, questa ma le indagini devono proseguire per rintracciare coloro che si sono macchiati di questo vandalico che ha deturpato, per fortuna non permanentemente, la meravigliosa Scala dei Turchi. Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile la pulizia di questa spettacolare valore paesaggistico e storico, grazie davvero!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!