Iscriviti

Agrigento, a Ravanusa trovato il corpo della giovane infermiera incinta al nono mese

Si tratta della 30enne Selene Pagliarello, trovata senza vita insieme al marito Giuseppe sotto le macerie di via Trilussa insieme ad altri suoi famigliari. I due non abitavano lì, sabato sera erano passati a salutare i genitori di lui.

Cronaca
Pubblicato il 13 dicembre 2021, alle ore 10:25

Mi piace
0
0
Agrigento, a Ravanusa trovato il corpo della giovane infermiera incinta al nono mese

C’è ancora sgomento, amarezza e soprattutto tanto silenzio a Ravanusa, cittadina in provincia di Agrigento, colpita sabato sera da una immane tragedia. Un’eplosione dovuta ad una fuga di gas dal metanodotto, forte, violenta, che ha sventrato ben 7 palazzine, facendone crollare una completamente. In quest’ultima viveva un intero nucleo famigliare. Tra le prime ad essere estratte vive, nella notte tra sabato e domenica, sono state due donne. Poi si è continuato a scavare, fino a questa mattina, quando intorno alle 6:30 sono stati trovati altri 4 corpi. Tra questi quello di Selene Pagliarello, la giovane infermiera di 30 anni incinta al nono mese di gravidanza, e di suo marito, Giuseppe Carmina, di professione operaio.

Quella sera di sabato scorso i due non dovevano essere lì. Non vivevano nella palazzina di via Trilussa, luogo in cui si trova appunto la palazzina esplosa, ma altrove. Erano soltanto passati per salute i genitori di lui, Angelo Carmina, 72 anni, e Maria Crescenza Zagarrio, 69. Crescenza, che tutti in paese chiamavano “Enza”, è stata tra le prime tre vittime ad essere tirata fuori dalle macerie. Per 30 ore si è scavato insistentemente. 

Un dramma che colpisce l’Italia

La giovane Selene avrebbe dovuto partortire tra pochi giorni. A settembre del 2020 Selene e Giuseppe dovevano sposarsi, poi invece l’arrivo del Covid-19 ha fatto slittare tutto. “Qualcuno da lassù ha deciso per noi qualcosa di speciale, qualcosa che va al di la delle nostre aspettative, come a dire il 2020 doveva essere l’anno di cambiamenti importanti ma non del vostro matrimonio” – così scriveva la Pagliarello in un post.

Ad aprile scorso, precisamente giorno 10, Selene e Giuseppe hanno coronato il loro sogno e si sono sposati. Nella foto che in queste ore i media locali e nazionali hanno pubblicato, si vede la 30enne sorridente e felice insieme al suo marito. Quel sorriso che adesso è stato spezzato per sempre, lì, sotto le macerie della palazzina di via Trilussa. 

Il bilancio dell’esplosione è purtroppo tragico, perchè insieme a Selene e Giuseppe stamane sono state trovate le altre persone che mancavano all’appello, facendo salire il bilancio delle vittime ad un totale di 7. Si cercano ancora altri due dispersi. Le speranze di trovare in vita ancora qualcuno sono ormai ridotte. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Quella di Ravanusa è una tragedia terribile, un dramma che ha sconvoto l'Italia intera. Ci si chiede ancora come sia stato possibile che un tubo del metanodotto esplodesse in questa maniera. Saranno sicuramente le indagini degli investigatori a chiarire tutti i particolari di questa disgrazia. E intanto Ravanusa rimane sotto shock, attonita e in silenzio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!