Iscriviti

Addio a Jole Santelli, la presidente della Regione Calabria aveva 51 anni. Le parole di Silvio Berlusconi

Jole Santelli, esponente di Forza Italia, ricopriva la carica di governatrice dallo scorso febbraio. Ci ha lasciati a soli 51 anni e ne avrebbe compiuti 52 il prossimo dicembre.

Cronaca
Pubblicato il 15 ottobre 2020, alle ore 12:16

Mi piace
1
0
Addio a Jole Santelli, la presidente della Regione Calabria aveva 51 anni. Le parole di Silvio Berlusconi

Jole Santelli, Presidente della Regione Calabria, è stata ritrovata senza vita nella sua abitazione questa mattina, giovedì 15 ottobre. Il collaboratore domestico ha trovato il corpo esanime della governatrice e ha prontamente avvisato i familiari della tragica perdita. La Santelli aveva 51 anni, ne avrebbe compiuti 52 il prossimo dicembre.

Da tempo stava combattendo una dura battaglia contro il tumore che anni fa l’aveva aggredita e, con ogni probabilità, il decesso è stato causato da un’emorragia interna in seguito alle patologie tumorali che ultimamente sembravano dare un quadro clinico della Santelli sempre più critico e preoccupante. Purtroppo ogni tipo di soccorso non è stato utile per salvarle la vita.

Il 19 dicembre 2019 Forza Italia, il partito politico in cui militava, l’ha proposta come Presidente della Regione Calabria, per poi aspettare le prossime elezioni che si sarebbero tenute il 26 gennaio 2020. La Santelli è stata la prima donna a ricoprire il ruolo di Presidente per la Regione Calabria.

La morte di Jole Santelli e il ricordo di Silvio Berlusconi

La sua malattia non le vietò mai di adempiere ai suoi ruoli istituzionali ed era conosciuta come la “pasionaria azzurra“, vista la sua fedeltà verso il partito fondato da Silvio Berlusconi, nel quale era entrata nel 1994, e a cui non voltò mai le spalle, anche grazie ad una amicizia personale che la legava proprio a Berlusconi.

Immancabile, quindi, il commento del fondatore di Forza Italia. Le parole di Silvio Berlusconi omaggiano la memoria della Santelli e dimostrano il rapporto di amicizia che c’era tra loro, oltre a quello professionale: “Jole lascia davvero un vuoto incolmabile nelle nostre anime. Era un’amica sincera, intelligente, leale, era una donna appassionata, una combattente tenace”.

Prima di essere investita del ruolo di presidente di Regione, la Santelli era incaricata come vice presidente della Commissione parlamentare antimafia. “Non ho mai nascosto la mia malattia, qui tutti sanno, sono in cura al reparto di oncologia di Paola, non voglio neanche però che essa mi perseguiti“, queste le sue dichiarazioni al tempo dell’emergenza Covid-19 quando per lei gli impegni politici divennero ancora più gravosi proprio in seguito all’espandersi della pandemia da Coronavirus.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Lascia sempre senza parole, leggere una notizia del genere. Una donna che avrebbe dovuto avere ancora molti anni davanti a lei e che invece ha dovuto arrendersi al destino. Sicuramente, al di là delle personali ideologie politiche, si dovrà riconoscere che la Santelli sia riuscita a lasciare il segno nel suo personale cammino politico.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!