Iscriviti

Sono 5 i testimoni per la morte della ragazza caduta dal dirupo

I 5 testimoni sono amici della vittima, il pm li ascolterà per capire se possono fornire indicazioni valide a risolvere il giallo sulla morte di Veronica. Per ora l'unico indagato rimane il fidanzato, che presto sarà dimesso dall'ospedale.

Cronaca
Pubblicato il 5 settembre 2014, alle ore 14:04

Mi piace
0
0
Sono 5 i testimoni per la morte della ragazza caduta dal dirupo

E’ ancora giallo sulla  morte di Veronica Balsamo, la cameriera 23enne di Grosio (Sondrio), morta il 23 agosto per un incidente avvenuto ai piedi di un dirupo in Valtellina. Adesso spuntano cinque testimoni, che dovrebbero fornire informazioni sulla morte della giovane e appurare così se si è trattato di un incidente o di un omicidio. I ragazzi sono amici della vittima e del fidanzato 18enne. La Procura afferma: “Le loro testimonianze potranno essere decisive, unitamente agli esami tecnici e all’autopsia già eseguita“.

Fra qualche giorno il fidanzato della ragazza, Emanuele Casula,  lascerà l’ospedale  Morelli di Sondalo, dov’è stato ricoverato e trattenuto sotto osservazione la notte stessa in cui si ribaltò con il fuoristrada dopo essere scappato dal luogo dell’incidente in cui perse la vita Veronica. Il ragazzo è stato l’ultimo a vederla viva e per forza di cose risulta indagato.

Ad illustrare le condizioni del fidanzato di Veronica interviene il pm Puricelli, che dichiara: “Le condizioni cliniche del diciottenne sono migliorate. I medici che l’hanno in cura lo hanno sottoposto ad una Tac alla testa che ha escluso l’insorgere di complicanze”.

Il giovane sarà presto dimesso, ma il pm aggiunge che molto probabilmente sarà sottoposto a una misura cautelare che gli impedisca di allontanarsi e rendersi irreperibile. Dalle intenzioni dei carabinieri trapela la possibilità di sottoporre il diciottenne all’obbligo di dimora o all’obbligo di firma presso la caserma, in modo che accerti la sua presenza nella zona. L’ avvocato di Emanuele, Francesco Romualdi di Sondrio, è già pronto per presentare richiesta di riesame reale, che vada a verificare la legittimità dei sequestri effettuati a carico del suo assistito e fare chiarezza sulle contestazioni fatte al suo cliente.

La vicenda della scomparsa di Veronica, che all’inizio sembrava dovuta ad un banale incidente, continua a complicarsi, e i carabinieri sospettano che il ragazzo in qualche modo sia legato alla causa della sua morte. Anche la comparsa dei cinque testimoni, avvenuta a circa due settimane di distanza dalla morte della ragazza, fa presagire che anche essi siano coinvolti nella vicenda, e per questo gli inquirenti sono molto interessati a raccogliere le loro testimonianze.

Nel frattempo il corpo di Veronica verrà trasferito nei prossimi giorni all’Istituto di Medicina legale dell’università di Milano, per permettere al genetista Marzio Capra, perito incaricato dalla Procura, di eseguire le analisi biologiche e genetiche.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!