Iscriviti

40enne muore dopo malore e parto prematuro: non ha potuto abbracciare la sua bambina

La donna ha accusato un malore mentre era in vacanza in Valtellina, da qui la corsa in ospedale dove le è stato indotto il parto all'ottavo mese di gravidanza.

Cronaca
Pubblicato il 22 agosto 2021, alle ore 19:41

Mi piace
1
0
40enne muore dopo malore e parto prematuro: non ha potuto abbracciare la sua bambina

Partorisce prematuramente e poi muore a 40 anni: questa è la trista vicenda di Sara Ghislanzoni, 40 anni, di Civitate, provincia di Lecco. La donna si era recata in Valtellina per passare qualche giorno di vacanza, ma l’ha colta di sorpresa un malore. Considerate le sue condizioni, per lei è stato immediataamente disposto il trasferimento in ospedale. 

Una volta arrivata all’ospedale Manzoni, le condizioni di salute della 40enne non erano affatto buone. Dopo attento esame, i sanitari che l’hanno presa in carico hanno deciso di indurre il parto. Una decisione che ha portato così Sara a partorire la sua bimba il giorno di Ferragosto. Un parto quindi prematuro, che è arrivato qualche settimana prima della data prevista. 

La piccola, che per Sara rappresentava essere la sua secondogenita, è stata trasferita immediatamente nel reparto di Terapia Intensiva del presidio ospedaliero. Sara quindi non ha avuto la possibilità di dare un primo abbraccio alla creatura che per otto mesi aveva tenuto in grembo, né darle un ultimo saluto. 

Per Sara purtroppo c’è stato un triste epilogo. Le condizioni della donna non sono migliorate nelle ore successive, anzi. Il quadro clinico generale si è progressivamente aggravato e peggiorato. La 40enne è spirata qualche giorno dopo non lasciando mai il reparto di Rianimazione. La sua storia ha commosso tanti e lasciato un grande vuoto e dolore in chi la conosceva bene. 

Increduli e straziati dal dolore sono i famigliari della donna. Il compagno, la figlia e la famiglia tutta la piangono. Le testate giornalistiche locali fanno sapere che per chi volesse dare un ultimo saluto a Sara lo potrà fare il giorno del funerale. La cerimonia funebre sarà organizzata nel pieno rispetto delle attuali disposizioni sanitarie in materia di Coronavirus. 

La cerimonia funebre sarà lunedì 23 agosto alle 10,30 nella chiesa parrocchiale di Civate. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Ci sono storie che si fa davvero fatica a raccontare, ma anche questo fa parte della vita. Una mamma che non riesce a dare né un primo, né un ultimo abbraccio e bacio alla sua bambina che ha tenuto in grembo per tanti mesi. Una cosa che non ci si spiega, perché a volte la vita è maledettamente crudele.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!