Iscriviti

29enne uccide il padre a martellate colpendolo alla testa e al torace

La tragedia nel pomeriggio del 22 febbraio in provincia di Rovigo. L'uomo era ancora vivo quando è stato soccorso, ma è morto poco dopo in ospedale a causa delle gravi ferite. Giovane portato in caserma per essere interrogato.

Cronaca
Pubblicato il 22 febbraio 2021, alle ore 20:05

Mi piace
0
0
29enne uccide il padre a martellate colpendolo alla testa e al torace

Ha ucciso il padre a martellate colpendolo alla testa e al torace. Parricidio nel pomeriggio del 22 febbraio a Porto Viro, in provincia di Rovigo, dove un 29enne ha avuto una violenta lite con il padre. Al culmine dell’alterco, avvenuto per cause che sono ancora tutte in fase di accertamento, il giovane avrebbe preso un martello colpendo il padre a morte.

Erano gravissime le ferite riportate dalla vittima, che aveva 57 anni. Per motivi di privacy, ma anche per la delicatezza della vicenda, preferiamo non riportare i nomi sia della vittima che del 29enne. Come già detto, non si sa perché il figlio abbia agito così nei confronti del padre.

Sul posto si sono recati i carabinieri di Adria, che hanno incominciato le indagini attorno a questo fatto di cronaca. L’allarme pare sia scattato intorno alle 14:30, nel primo pomeriggio quindi. L’intervento è stato richiesto in via Siviero, in località Contarina. Al momento la posizione del ragazzo non è stata ancora chiarita, per questo è stato portato in caserma dai militari dell’Arma per poter essere interrogato. Il 57enne è deceduto presso la casa di cura Madonna della Salute sita sempre a Porto Viro.

Sotto shock la comunità

Al momento sono pochi i particolari su questo episodio accaduto in Veneto, ma sicuramente nelle prossime ore potranno conoscersi ulteriori dettagli, soprattutto quando gli inquirenti avranno un quadro chiaro di quello che è successo. Quando è stato soccorso dai sanitari del 118, il 57enne era ancora vivo, ma le sue condizioni erano apparse già gravissime. Le martellate gli hanno infatti provocato ferite gravissime sia in testa che al torace. 

La piccola comunità di Porto Viro, paese che conta poco più di 13.000 abitanti è sotto shock per quanto accaduto. Raramente la grande cronaca fa capolino dalle parti della cittadina veneta. La notizia si è diffusa in città e nel resto della regione Veneto, destando sconcerto e apprensione tra gli abitanti. I carabinieri di Adria stanno procedendo a raccogliere tutti gli elementi utili per ricostruire esattamente l’accaduto. 

Si tratta di una vicenda molto delicata. Gli investigatori hanno effettuato i rilievi presso l’abitazione in cui è avvenuto il delitto. Del dramma ne hanno parlato sia i giornali locali che quelli nazionali. Si tratta dell’ennesimo omicidio che avviene in Italia nel giro di pochi giorni: il 19 febbraio scorso una donna venne uccisa a Genova all’interno del suo negozio situato in via Colombo dall’ex compagno per motivi che sono ancora al vaglio dell’autorità giudiziaria. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un episodio che lascia senza parole quello avvenuto a Porto Viro, in provincia di Rovigo, dove questo 29enne avrebbe ucciso il padre al culmine di una lite. Il movente ancora non si sa, ma il ragazzo avrebbe agito violentemente nei confronti del padre, colpendo con il martello sia alla testa che al torace.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!