Iscriviti

24enne viola il coprifuoco e minaccia i carabinieri: denunciato

Il giovane è stato trovato a spasso nella serata del 7 dicembre dai carabinieri di Erchie, in provincia di Brindisi. Erano le 22:30 quanto la pattuglia lo ha incrociato per strada senza un giustificato motivo.

Cronaca
Pubblicato il 11 dicembre 2020, alle ore 13:23

Mi piace
0
0
24enne viola il coprifuoco e minaccia i carabinieri: denunciato

I carabinieri della stazione di Erchie, in provincia di Brindisi, hanno denunciato per minaccia a pubblico ufficiale un 24enne del posto. Nella fattispecie il ragazzo, nella serata del 7 dicembre scorso, è stato trovato per strada dai militari dell’Arma oltre le ore 22:00, orario in cui in tutta Italia scatta il coprifuoco introdotto dal Governo per limitare i contagi da Sars-CoV-2. Una volta fermato al giovane è stato chiesto che cosa ci facesse in giro a quell’ora per strada. Per tutto risposta il ragazzo non ha fornito un motivo valido nè aveva con sè l’autocertificazione, necessaria per spostarsi durante il coprifuoco. 

Il giovane ha quindi cominciato ad inveire contro i militari con parole oltraggiose nei loro confronti. Ad un certo punto gli avrebbe anche minacciati. Dopo gli accertamenti di rito condotti in questi ultimi giorni, ai carabinieri non è restato altro che denunciare il giovane. Secondo quanto riferisce Brindisi Report, il 24enne avrebbe pronunciato brutte parole nei confronti degli uomini in divisa per evitare la sanzione amministrativa. 

Violazione del coprifuoco è un reato

Per il 24enne non è andata quindi proprio benissimo, per cui la sua passeggiata per le vie del centro di Erchie si è conclusa nel peggiore dei modi. Uscire fuori dalla propria abitazione durante il coprifuoco è infatti un reato, che viene solitamente punito con una sanzione amministrativa che va dai 400 ai 1.000 euro. Se però il fatto costituisce più grave reato, ovvero se chi viene trovato in strada risulti positivo al Covid-19, è prevista anche la reclusione dai 3 ai 18 mesi. In questo caso si rischia l’accusa di epidemia colposa, un reato che è regolato dal codice penale. 

Anche a Erchie, che è una cittadina dell’hinterland brindisino, in questo periodo i controlli sono serratissimi, proprio perché le forze dell’ordine stanno ponendo la massima attenzione sui comportamenti scorretti della gente in questo periodo di pandemia. Il Viminale, tra l’altro, proprio negli scorsi giorni ha fatto sapere che il personale delle forze di polizia sarebbe stato inflessibile contro chi viola le disposizioni anti-pandemia.

Il Governo ha deciso di introdurre nuove restrizioni proprio al fine di far scendere ancora di più la curva dei contagi. I carabinieri fanno sapere che anche nei prossimi giorni, e soprattutto nei weekend, i controlli verranno rafforzati. Chi sarà trovato per strada senza giustificato motivo sarà sanzionato. Le operazioni verranno condotte anche dalle restanti forze dell’ordine, come Guardia di Finanza, Polizia di Stato e Vigili Urbani. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Ancora c'è qualcuno che, purtroppo, non ha capito la grave situazione che stiamo vivendo. Il giovane in questione avrebbe dovuto sapere che oltre le 22:00 è vietato stare per strada, almeno durante la pandemia. I carabinieri hanno svolto solo il loro lavoro, sanzionando come previsto il soggetto. Le forze dell'ordine, poi, in questo periodo hanno chiesto a gran voce la collaborazione dei cittadini, che non devono far altro che rispettare le regole.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!