Iscriviti

Serie A, via libera del Governo: si riparte il 20 giugno

Il Ministro Vincenzo Spadafora annuncia la ripresa del campionato di serie A. In caso di positività pronti piano B e piano C. Semifinali di Coppa Italia il 13 e 14 giugno, finale il 17

Calcio
Pubblicato il 28 maggio 2020, alle ore 23:09

Mi piace
9
0
Serie A, via libera del Governo: si riparte il 20 giugno

Al termine dell’incontro tra il Ministro per le politiche giovanili e per lo sport, Vincenzo Spadafora, e i vertici del mondo del calcio, è arrivato l’annuncio della ripresa del campionato di serie A, fermo dal 9 marzo a causa della pandemia coronavirus.

È stato proprio il Ministro a dare l’annuncio alla stampa, dopo aver ricevuto il parere favorevole del Comitato Tecnico Scientifico. “Ora l’Italia sta ripartendo, lo sport è protagonista di questa ripartenza ed è giusto che riparta anche il calcio”, le parole di Vincenzo Spadafora, dopo che nel pomeriggio era arrivato il parere positivo da parte del CTS al protocollo proposto dalla FIGC. Le squadre di serie A potranno tornare in campo il prossimo 20 giugno. Nella stessa data ripartirà anche il campionato di serie B, mentre per la serie C, la data sarà ufficializzata nei prossimi giorni.

Il Ministro ha anche chiarito che il CTS ha confermato la necessità della quarantena fiduciaria in caso di positività di un calciatore. In questo caso, l’atleta risultato positivo al COVID-19 andrà in isolamento domiciliare, mentre i suoi compagni di squadra potranno continuare ad allenarsi rimanendo nel centro sportivo, ma non potranno disputare gare.

In questo caso, o anche qualora la curva dei contagi dovesse risalire, la FIGC ha già pronti un piano B e un piano C. Nel primo caso sarebbe sospeso il campionato e si proseguirebbe con la formula dei playoff e playout, se invece non ci fosse assolutamente la possibilità di giocare, si cristallizzerebbe la classifica al momento della sospensione.

Nell’attesa che venga stilato il calendario per giocare le rimanenti 12 giornate, oltre ai recuperi delle gare Inter-Sampdoria, Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari e Torino-Parma, si dovrebbe tornare in campo con la Coppa Italia il 13 e 14 giugno con le partite di ritorno delle semifinali Juventus-Milan (all’andata 1-1) e Napoli-Inter (all’andata 1-0). Mercoledì 17 a Roma si giocherebbe la finale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - La decisione è stata presa e, a questo punto, non resta che augurarci che tutto vada per il verso giusto. Più volte ho manifestato le mie perplessità sulla ripresa del campionato: se ci dovessero essere nuovi contagi tra i calciatori, il torneo, già danneggiato da questa sosta, sarebbe definitivamente compromesso, dal punto di vista prettamente sportivo. Incrociamo le dita e speriamo che si arrivi alla conclusione senza intoppi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!