Iscriviti

Amazon pronta a sfidare WhatsApp con l’applicazione "Amazon Anytime"

Secondo un portale attento al mondo Amazon, l'e-commerce di Jeff Bezos starebbe lavorando a un'app di messaggistica, "Amazon Anytime", che permetterebbe le chat, anche multimediali, di gruppo, con estrema attenzione a sicurezza e privacy.

Software e App
Pubblicato il 17 luglio 2017, alle ore 17:13

Mi piace
12
0
Amazon pronta a sfidare WhatsApp con l’applicazione "Amazon Anytime"
Pubblicità

Il mercato delle applicazioni di messaggistica è decisamente ghiotto, visto che – secondo recente statistiche – vi sarebbe più di un miliardo di persone che comunicherebbe avvalendosi di programmi come WeChat, WhatsApp, Telegram, Messenger, Skype, Hangouts, e Allo. Proprio per questo motivo, anche Amazon – il colosso dell’e-commerce targato Jeff Bezos – potrebbe buttarsi nella mischia, con una sua app di chat.

L’indiscrezione è stata fornita dal portale “AFTVnews”, secondo il quale Amazon – da qualche giorno – starebbe conducendo un sondaggio tra i suoi clienti, chiedendo quali caratteristiche gradirebbero in un’applicazione di messaggistica. Il frutto di questa consultazioni potrebbe, presto, tradursi in “Anytime”, un’applicazione di chat, per piattaforma Android, iOS, e PC, con le tipiche funzionalità di un’app di settore.

Nello specifico, Amazon Anytime permetterebbe agli utenti di conversare, arricchendo i testi con stickers ed adesivi, e di scambiarsi file ed immagini, con la possibilità di editare queste ultime con cornici e filtri vari. Sarebbe anche possibile effettuare telefonate e videochiamate, in modalità sicura, in quanto supportate – al pari delle chat testuali – dalla crittografia end-to-end.

In ogni caso, Anytime si distinguerebbe dalla concorrenza per il suo essere focalizzata sulle chat di gruppo: in tal senso, supporterebbe le riunioni online e gli utilizzi business, grazie all’esperienza maturata con l’app “Chime”, ma permetterebbe anche di costituire dei gruppi nei quali ascoltare musica, organizzare appuntamenti comuni, ordinare cibo e merci, potendo dialogare con i venditori senza abbandonare la chat in corso.

Un altro elemento distintivo di Amazon Anytime potrebbe essere la particolare attenzione alla privacy: nel network dell’app si verrebbe identificati non in base al numero di telefono, ma facendo riferimento al nick/username: inoltre, sarebbe rispondere alle persone, in chat vivacemente affollate, semplicemente usando il meccanismo della menzione con la chiocciolina (@), al pari di quanto già avviene, ad esempio, su Twitter.

Tra gli usi in cui Amazon Anytime potrebbe trovare impiego, vi è quello del dialogo tra venditori e clienti, all’interno del noto e-commerce di Seattle, ma anche l’implementazione negli assistenti domestici già in listino, come il collaudato “Amazon Echo“, presso cui si potrebbero effettuare telefonate solo audio, e il più recente “Echo Show” che, in quanto dotato di touchscreen, permetterebbe sia le chat testuali, che le videotelefonate.

Amazon non ha rilasciato alcuna comunicazione in merito a quest’indiscrezione ma, ciò nonostante, AFTVnews è certa del fatto che il lancio di Amazon Anytime, sulle piattaforme di cui sopra, sia decisamente imminente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Apparentemente, si potrebbe pensare - considerando l'affollamento del settore messaggistica - ma chi glielo fa fare a Bezos di imbarcarsi in un'avventura del genere? Tuttavia, a conti fatti, l'idea potrebbe anche non essere così malvagia: già se dovesse limitarsi a far dialogare venditori e clienti, Anytime avrebbe una sua ragion d'esistere. Se, poi, venisse integrata anche negli assistenti domestici, come plus dell'ecosistema Alexa, troverebbe ancor più espansione: in questo caso, poi, il fatto di poter programmare un elettrodomestico da remoto, via app mobile, sarebbe decisamente avveniristico e gradito.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!