Iscriviti
scrivi

Sposina aggredisce il marito in viaggio di nozze: "E’ superdotato, doveva dirmelo"

Un'incredibile vicenda arriva dal Sudafrica, dove un uomo di 32 anni è stato violentemente aggredito con una bottiglia dalla moglie pochi giorni dopo il matrimonio. Il motivo? Era superdotato, ma non gliel'aveva mai fatto presente.

Esteri
Pubblicato il 13 ottobre 2016, alle ore 17:17

Mi piace
2
Preferiti
0
Sposina aggredisce il marito in viaggio di nozze: "E’ superdotato, doveva dirmelo"
Interessi da seguire
  • correlati
  • commenti

Essere superdotato è considerata una benedizione da molti tra coloro che debbono convivere con lo spettro di una costante inadeguatezza centimetrale, rispetto alla suggestione di ben altre ambizioni equine. Di norma infatti un fallo considerevole viene ritenuto una qualità straordinaria negli ambienti ad alta concentrazione di testosterone, essendo l’organo in questione spesso e volentieri identificato come l’avatar stesso della virilità.

Anche tra le donne d’altrone questa qualità non è solita passare inosservata, tant’è che nonostante un celeberrimo adagio reciti che “le dimensioni non sono importanti, ciò che conta è saperlo usare“, cionondimeno uno stantuffo che abbia l’accortezza di rendersi ben palese nell’ora della bisogna non può che rappresentare cosa ben gradita.

Tuttavia, sotto questo preciso aspetto non tutte si trovano sulla stessa lunghezza d’onda. E quando le dimensioni finiscono col terrorizzare anziché sedurre, il superdotato in questione può facilmente passare da portabandiera della virilità, a carne da macello. Ne sa qualcosa Mnombo Madyibi, 32enne sudafricano artisticamente conosciuto dagli amici con il suggestivo epiteto di “anaconda“.

Un appellativo che s’esplica da sé, senza richiedere il supporto di particolari indagini. Eppure nonostante la Natura abbia dotato Mnombo dell’invidiabile e torreggiante rilievo, quest’ultimo non se n’era mai fatto vanto con l’unica persona che avrebbe dovuto goderne: la sua fidanzata. Entrambi infatti, in quanto estremamente osservanti delle tradizioni, non avevano mai osato indulgere a qualsivoglia atto sessuale prima del matrimonio.

Sicché la mastodontica serpe è dovuta restarsene quieta all’interno della sua tana, quantomeno fino a nozze celebrate. Ma quando finalmente il momento tanto agognato si è presentato – nella fattispecie, durante il viaggio di nozze – l’epilogo non è stato esattamente fedele alle aspettative più conturbanti del 32enne. La sposa infatti, ancor fiore illibato, è rimasta letteralmente sconvolta quando il neo marito ha srotolato l’arnese.

Così in un impeto di cieca furia, stando a quanto riportano le cronache britanniche che hanno documentato la vicenda, la ragazza si è scagliata contro il povero Mnombo dapprima mordendogli un orecchio, quindi aggredendolo con un orso di peluche (regalo di cui l’aveva omaggiata lo stesso sposo) ed infine rompendogli una bottiglia di vino in testa.

Agli inquirenti lo sposo avrebbe riferito che la reazione della sposina era da attribuirsi non tanto al fatto che lui fosse superdotato, quanto piuttosto al viaggio di nozzetroppo economico“; eppure stando alle deposizioni dell’inviperita vergine – “E’ lungo come un cetriolo e peloso come un cespuglio, è spaventoso” – la giustificazione sembra reggere davvero poco. E purtroppo per lui, non è stata l’unica cosa a non essere rimasta in piedi nel corso della grottesca disavventura.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Filippo Di Stefano - Allucinante lol. Mi spiace per 'sto povero ragazzo, nel senso, quante possibilità aveva di trovare una donna che non apprezzasse una qualità del genere? Certo ora molti uomini sogghigneranno, è un po' come assistere alla caduta di una semidivinità, l'invidia fa sempre sperare che poi qualcosa di brutto gli possa succedere. Magari non troppo brutto, che poi ci sentiamo brutte persone ed il senso di trionfo si trasforma in senso di colpa, però insomma...una via di mezzo tipo questa, ecco. E invece io sto con Mnombo: vai tranquillo che non farai fatica a trovare una donna che sappia apprezzarti per ciò che sei! O ciò che hai. Cioè più la seconda della prima, ecco. Insomma su, s'è capito.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!